Chieti
Stai leggendo
A Vasto il congresso della Cisl Abruzzo Molise, il segretario Maurizio Spina lascia dopo 11 anni

A Vasto il congresso della Cisl Abruzzo Molise, il segretario Maurizio Spina lascia dopo 11 anni


VASTO, 22 maggio – Cambio della guardia alla guida della Cisl AbruzzoMolise: il segretario generale, Maurizio Spina, lascia dopo 11 anni. Lo ha annunciato lo stesso Spina nel corso del suo intervento in occasione del congresso del sindacato, in corso a Vasto. 

“E’ arrivato al traguardo il mio cammino da segretario generale – ha detto -E’ un passaggio democratico necessario, dettato dallo statuto che guida ed ispira la Cisl. Oggi siamo chiamati a garantire la continuità della nostra azione ed a scegliere, insieme, una nuova dirigenza ed un nuovo assetto della Cisl Abruzzo Molise. La nuova segreteria, per i compiti ancora più gravosi che l’attendono, sarà formata da 5 componenti, garantendo la presenza di genere”.

Nel suo intervento Spina ha rivolto le sue preoccupazioni alle nuove generazioni:

”Negli ultimi venti anni in Abruzzo e in Molise sono ‘scomparsi’ più della metà dei giovani occupati. Al trend demografico negativo si aggiunge l’emigrazione forzata dei giovani all’estero. Le nostre Regioni rischiano dunque un progressivo impoverimento del proprio ‘capitale umano’ e una seria difficoltà di ricambio generazionale”.

Nel corso dei lavori, l’economista Giuseppe Mauro ha illustrato la sua analisi economica ed occupazionale, sottolineando l’importanza delle esportazioni, che trainano una lieve ripresa.

“Viviamo ancora situazioni di difficoltà: l’apparato produttivo stenta a ritornare ai livelli pre-crisi del 2008 e il mercato del lavoro rimane ancora debole. Il sistema economico non è competitivo, in ritardo nell’innovazione e in deficit in termini di investimenti pubblici e privati in “ricerca e sviluppo”, anche se le grandi aziende multinazionali danno segnali di crescita. Il 95% delle imprese sono piccole e piccolissime: un tessuto produttivo da non disperdere ma da riorganizzare. L’Abruzzo e il Molise devono essere capaci di attrarre nuovi investimenti. I bilanci regionali dell’Abruzzo e del Molise non hanno stanziamenti sufficienti da destinare allo sviluppo e al sociale. È pertanto necessario utilizzare al meglio i finanziamenti derivanti dai Fondi europei e nazionali della programmazione 2014-2020 e fare attenzione alle nuove regole di contabilità”,

Questi i suggerimenti del segretario uscente ai presidenti di Abruzzo e Molise, Luciano D’Alfonso e Paolo di Laura Frattura, presenti in sala.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%