Regione
Stai leggendo
Consiglio regionale, M5s e Forza Italia chiedono le dimissioni di D’Alfonso

Consiglio regionale, M5s e Forza Italia chiedono le dimissioni di D’Alfonso


L’AQUILA, 10 aprile – Dopo il “rimpastino” di giunta, presentato ieri dal vice presidente Giovanni Lolli, che ha annunciato l’ingresso di Giorgio D’Ignazio nella squadra di governo regionale, le opposizioni tornano a chiedere le dimissioni di Luciano D’Alfonso: eletto al Senato nelle file del Pd, è ancora al vertice della giunta regionale, nonostante l’incompatibilità delineata dalla legge.

E’ Domenico Pettinari, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, a lanciare il primo affondo, durante il dibattito in Consiglio regionale:

“Il M5s ha preso il 40% alle scorse politiche, il Pd a mala pena il 14%. Questa strafottenza non ha senso – ha detto Pettinari rivolgendosi al governatore – lei ha distrutto il Pd e questa è una ferita non sanabile. Io mi sarei già dimesso”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la pentastellata Sara Marcozzi:

“Chiediamo a D’Alfonso di liberare l’Abruzzo dal sequestro istituzionale nel quale ha precipitato la regione”.

Toni altrettanto duri da parte del centrodestra, con il capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, che ha attaccato:

 ”Il feeling con il popolo abruzzese è finito e quindi voi in termini elettorali siete finiti. E’ giusto tornare al voto. Il mondo fuori brucia, il popolo abruzzese sa cosa vuole: hanno disgusto per le pratiche raccogliticce per tenere il potere. Badate bene: anche noi del centro destra abbiamo fatto lo stesso errore nel passato e siamo stati puniti. Perseverare è diabolico”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
100%
Triste
0%
Arrabbiato
0%