Regione
Stai leggendo
Emergenza incendi in Abruzzo, 6 mezzi aerei in azione. E a Rigopiano arriva l’Esercito

Emergenza incendi in Abruzzo, 6 mezzi aerei in azione. E a Rigopiano arriva l’Esercito


PESCARA, 10 agosto – A causa delle alte temperature e l’assenza di significative precipitazioni piovose che continuano ad interessare principalmente la Regione Abruzzo, gli incendi in atto sul territorio vengono contrastati con “grandi difficoltà nonostante l’impegno profuso dal sistema regionale anti incendio”. Lo evidenzia, in una nota, la Regione. Impegnati, oggi, sei mezzi aerei, 100 volontari con 30 mezzi, 50 vigili del fuoco con 20 mezzi. E’ stato richiesto il supporto anche dell’esercito che ha inviato 20 militari a Fonte Vetica-Farindola per le operazioni di bonifica.

I fronti di fuoco più impegnativi che hanno richiesto l’impiego del mezzo aereo sono quelli di Collelongo-Trasacco, Valle Castellana, Castiglione Messer Marino, Preturo e Fonte Vetica.

Per quanto riguarda l’incendio che interessa il territorio dei Comuni di Collelongo e Trasacco, c’è stato un ulteriore sopralluogo da parte del Sindaco di Collelongo, Rosanna Salucci, il segretario del governatore Luciano D’Alfonso, Enzo Del Vecchio, ed il Direttore delle operazioni di spegnimento (Dos) dei Vigili del Fuoco, Enzo Albanese, per verificare, su sollecitazione della Soprintendenza per l’Abruzzo, che l’insediamento di Amplero/La Giostra e la necropoli in località Cantone, a circa 1000 metri di altitudine, non fossero stati interessati dall’incendio. Si è accertato che i il sito in cui si trovano i reperti archeologici è lontano dalle fiamme e, quindi, in sicurezza.

A RIGOPIANO SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO, IN CORSO BONIFICA

E’ sotto controllo l’incendio sul monte Siella, versante pescarese e teramano del Gran Sasso, nei territori comunali di Farindola e Arsita, subito sopra Rigopiano. Al momento non ci sono più fiamme e sono in corso le operazioni di bonifica, che andranno avanti anche domani, sia via terra sia con i mezzi aerei, considerata l’area estremamente impervia. In zona stanno operando ininterrottamente da giorni Vigili del Fuoco, Carabinieri Forestali, Protezione Civile e volontari.

A partire da domani è previsto un calo delle temperature, che scenderanno anche di dieci gradi. Il miglioramento delle condizioni climatiche potrebbe contribuire a risolvere il problema degli incendi che stanno devastando la regione.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%