Pescara
Stai leggendo
Finito l’incubo di una giovane sudamericana, stalker di 50 anni arrestato a Pescara

Finito l’incubo di una giovane sudamericana, stalker di 50 anni arrestato a Pescara


PESCARA, 4 giugno 2017 – E’ terminato con l’arresto di un 50enne di origini campane l’incubo di una giovane ragazza sudamericana, che dall’inizio dell’anno è stata vittima di stalking. I due avevano avuto una relazione e l’uomo, non rassegnandosi alla fine del rapporto, aveva iniziato a tormentare la ragazza con pedinamenti, aggressioni fisiche e verbali, sia in strada che alla presenza di figli minori, e con centinaia di telefonate e messaggi inviati alla vittima, ad ogni ora del giorno e della notte, attraverso sms e social network.

Lo stalker, inoltre, aveva creato un falso profilo Facebook della donna, mettendo online le sue foto private e il suo numero di telefono. Alle pressanti richieste del persecutore, dunque, si sono aggiunte chiamate e messaggi da parte di sconosciuti, che chiedevano appuntamenti per prestazioni a sfondo sessuale, mentre lo stalker continuava a chattare i nuovi molestatori, svelando aneddoti e dettagli privati dell’ex compagna.

Infine, non ancora pago, lo stalker aveva iniziato ad inviare alla sua vittima articoli su omicidi di donne ad opera dei loro ex compagni, insieme a immagini di taniche di benzina ed armi, con commenti di questo tenore:

 “in fondo  con 15 anni di condanna per omicidio al massimo ne avrebbe scontate forse nemmeno 10…”.

La ragazza, spaventata, è stata costretta a cambiare casa, amicizie e numeri telefonici. Questa mattina, però, la vicenda ha avuto il suo epilogo, con lo stalker che si è visto recapitare un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dai Carabinieri della Compagnia di Pescara. L’uomo è attualmente rinchiuso nel carcere di San Donato e dovrà rispondere di atti persecutori, lesioni personali ed accesso abusivo a sistema informatico.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%