Teramo
Stai leggendo
Giulianova patrimonio, nel piano industriale previsti appartamenti a canone concordato

Giulianova patrimonio, nel piano industriale previsti appartamenti a canone concordato


GIULIANOVA, 7 dicembre – Appartamenti a canone concordato per giovani e famiglie a basso reddito, creazione del Villaggio della Solidarietà, ristrutturazione del Kursaal. Sono le novità principali del piano industriale della Giulianova Patrimonio, la società in house del Comune di Giulianova, che prevede anche la sostituzione del mercato coperto con una moderna struttura polispecialistica, il rilancio del mercato delle erbe e l’ampliamento del cimitero con un impianto per la cremazione.

A presentare il piano, oggi pomeriggio, in sala consiliare, l’amministratore unico Luca Ranalli che ha sottolineato come siano previsti investimenti e nuovi servizi alla cittadinanza con positive ricadute occupazionali per il territorio.

In particolare sono previste importanti migliorie sul patrimonio immobiliare da destinare, come previsto nei Puc, i Piani Urbani Complessi, all’edilizia sociale, mettendo  a disposizione delle famiglie meno abbienti in cerca di casa ma anche alle giovani coppie appartamenti in locazione a canone concordato tra cui i 18 appartamenti del complesso di via Bellini che verrà ultimato per l’estate del 2018.

In quest’ambito si inserisce anche la proposta di realizzare un nuovo centro abitativo, chiamato Villaggio della Solidarietà, composto da 14 unità immobiliari in un’area di 24.000 metri quadrati.

Tra le novità anchela valorizzazione e la promozione delle iniziative culturali e ricreative grazie ad un integrale intervento di ristrutturazione del Kursaal, comprendente quindi tutti gli spazi ad oggi inutilizzati, per una superficie complessiva di oltre 4.200 metri quadrati.

Il vecchio mercato coperto, poi, sarà sostituito da una moderna struttura di hospice  con un centro polifunzionale di assoluta avanguardia grazie ad interventi mirati e sarà rilanciato il mercato delle erbe grazie alla presenza di spazi dedicati.

Il piano, infine, prevede l’ampliamento del cimitero comunale, ampliamento che risponde al fabbisogno previsto per i prossimi 15 anni. Previsto anche un impianto per la cremazione delle salme, attualmente non esistente nell’intera regione Abruzzo.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
100%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%