Pescara
Stai leggendo
Hotel Rigopiano, sequestrati documenti negli uffici della Regione. Si apre un nuovo fronte d’indagine

Hotel Rigopiano, sequestrati documenti negli uffici della Regione. Si apre un nuovo fronte d’indagine


PESCARA, 15 maggio 2017 – Un corposo sequestro di documenti è stato compiuto questa mattina, dai Carabinieri forestali di Pescara, presso l’Ufficio prevenzione rischi e Protezione civile della Regione Abruzzo. Un’iniziativa che segna di fatto l’apertura di un nuovo fronte d’indagine, nell’ambito dell’inchiesta sul disastro dell’Hotel Rigopiano di Farindola condotta dal pm della Procura di Pescara Andrea Papalia.

Alle contestazioni per i reati di omicidio e lesioni colpose, già formalizzate nei confronti dei primi sei indagati, adesso potrebbe aggiungersi un nuovo capo d’accusa, quello di disastro colposo, che chiamerebbe in causa la Regione.

La documentazione sequestrata presso gli uffici della Regione riguarda infatti la realizzazione della Carta di localizzazione pericolo valanghe, che avrebbe avuto inizio addirittura nel 1988, ma che non è mai stata portata a termine.

Già nel 1993, nel corso di una riunione del CORENEVA, il Comitato tecnico regionale per lo studio della neve e delle valanghe, si sollecitava la redazione della perimetrazione del rischio valanghe entro 20-30 giorni.

 

Mi sento...
Felice
33%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
33%
Triste
33%
Arrabbiato
0%