Pescara
Stai leggendo
Il sindaco Alessandrini sul caso di omofobia a Pescara: “Ognuno ha il diritto di amare chi vuole”

Il sindaco Alessandrini sul caso di omofobia a Pescara: “Ognuno ha il diritto di amare chi vuole”


PESCARA, 21 maggio 2017 – Il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, lancia un messaggio netto e chiaro, dopo che l’Arcigay ha denunciato un grave episodio di omofobia verificatosi nel capoluogo adriatico. “Pescara città dei diritti – dice Alessandrini – manifesta piena vicinanza e solidarietà al ragazzo vittima di comportamenti omofobici”.

Il primo cittadino di Pescara aggiunge:

“Ho appreso con sconcerto della storia, nella denuncia fatta dall’Arcigay a mezzo stampa, ma sono sempre più convinto del fatto che chi è titolare di pieni doveri deve anche essere portatore di pieni diritti. Questo dice la nostra Costituzione e per questo ci siamo battuti affinché si arrivasse ad una legge in tal senso, che è un traguardo finalmente varcato, importante per tutti”.

Alessandrini sottolinea:

“Ognuno di noi ha dunque il diritto di amare chi vuole, l’omofobia è solo espressione di comportamenti che sono fuori da una realtà che dopo anni di attesa e lotta si è evoluta e che rispetta e dà spazio ai sentimenti di tutti, nessuno escluso”.

Il sindaco infine ricorda:

“Siamo stati fra le prime città d’Italia a chiedere la ratifica della legge sulle unioni civili e a prepararci all’istituzione del relativo registro perché venissero riconosciute e perché venissero celebrate in tutti i luoghi deputati, dentro e fuori Palazzo di Città. Si tratta di passi avanti verso la civiltà, Pescara non tornerà indietro”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%