Chieti
Stai leggendo
Lanciano: il sogno di Antonio giovane chef si realizza “Sotto una buona stella”

Lanciano: il sogno di Antonio giovane chef si realizza “Sotto una buona stella”


LANCIANO, 7 giugno – Aveva un sogno Antonio, a 18 anni e un diploma appena conseguito all’Istituto Alberghiero di Villa Santa Maria: approdare in una cucina “stellata”, alla scuola di un grande chef. Per crescere, per avere quello scatto in più che fa la differenza nella ristorazione. E quando meno se lo aspettava, è accaduto che il suo sogno abbia incrociato l’azione del Rotary in favore delle giovani generazioni, e si è ritrovato a varcare le porte del Ristorante “Magione Papale” dell’Aquila , 1 stella Michelin attribuita al talento dello chef William Zonfa.

Quella che sembra storia da fiction è l’opportunità offerta dal Rotary club di Lanciano  ad Antonio Erik Zaccagnini con il progetto “Sotto una buona stella”. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni in favore delle giovani generazioni, sulle quali vengono ogni anno investite risorse finalizzate ad accompagnare i ragazzi nel loro percorso di istruzione e formazione, valorizzandone il talento e incoraggiandone la vocazione.

In particolare, nell’annata in corso, è nata l’idea di investire sulla qualificazione professionale di un giovane, guardando al settore della ristorazione e dell’identità territoriale. Di qui l’offerta di un tirocinio di 3 mesi  con uno chef stellato rivolto a un neo diplomato dell’Istituto Alberghiero di Villa Santa Maria, selezionato dalla stessa scuola. I requisiti richiesti erano un buon percorso di studi alle spalle, forte motivazione personale e disponibilità al sacrificio. Tutte caratteristiche individuate in Antonio che così, a sorpresa, è stato selezionato e condotto dentro il suo sogno.

“Sono stati tre mesi importanti e preziosi per la mia formazione – commenta il giovane chef – ho potuto sperimentare tecniche, modalità di lavoro e organizzazione della cucina assai differenti, per forza di cose, da quanto appreso durante gli studi. Si apre un mondo quando si lavora in un grande ristorante. Un’esperienza che ho vissuto come un privilegio”.

Il percorso del giovane è stato apprezzato da William Zonfa, che a conclusione del tirocinio gli ha anche proposto un contratto per restare a lavorare nella sua squadra:

“Antonio, vista la sua giovane età, si è trovato in una realtà complessa e sicuramente non facile per un ragazzo alle prime armi – spiega lo chef stellato –  ma ha dimostrato impegno e senso di responsabilità, oltre a una grande umiltà. Può ancora crescere, e per questo abbiamo voluto tenerlo ancora nella nostra brigata e farlo lavorare con noi”.

A fine corso una rappresentanza del Rotary di Lanciano ha consegnato l’attestato di merito ad Antonio, per i quale dopo la scuola si è aperta subito una porta importante. Dopo il tirocinio un contratto di lavoro a Magione Papale. Una storia bella che è un messaggio di speranza per i ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro: le opportunità possono arrivare, ma talento e impegno sono indispensabili.

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%