Pescara
Stai leggendo
Memushaj e Bruno: “Campionato disastroso, chiediamo scusa ai tifosi del Pescara”

Memushaj e Bruno: “Campionato disastroso, chiediamo scusa ai tifosi del Pescara”


BOLOGNA, 14 maggio 2017 – A due giornate dal termine del campionato, dopo l’ennesima disfatta sul campo, due dei giocatori più esperti e carismatici scelgono di metterci la faccia per chiedere scusa ai tifosi del Pescara.

Alessandro Bruno, uno dei giocatori di maggiore carattere e temperamento, si presenta nella sala stampa del Dall’Ara pur non avendo giocato:

“So che è un po’ inusuale, ma sono uno dei più grandi. E’ difficile parlare in questi momenti, i numeri parlano chiaro. Come squadra chiediamo scusa al pubblico pescarese e ai tifosi che ci hanno sempre accompagnati in trasferta. Abbiamo deluso le loro aspettative e quelle della società. Ci sta retrocedere, ma noi siamo retrocessi in maniera brutta. Abbiamo fatto un campionato disastroso, abbiamo raccolto poco e niente, e noi possiamo solo fare un passo indietro e chiedere scusa a tutti”.

Parole chiare e per certi versi doverose. Adesso bisognerà capire da cosa sarà possibile ripartire. Questo il pensiero di Bruno:

“Quest’anno ha lasciato solo macerie, dobbiamo ripartire da queste macerie e chi rimarrà l’anno prossimo dovrà cercare di mettere in campo con grande determinazione e volontà. Poi il mister e la società faranno le loro valutazioni. Noi abbiamo sempre corso e lottato, ma non ci siamo giocati la serie A come avremmo voluto e potuto”.

A metterci la faccia è anche il capitano Ledian Memushaj, che spiega:

“Già ne avevamo parlato tra noi in precedenza e ci tenevamo a chiedere scusa per questa annata disastrosa, perchè abbiamo fatto malissimo. C’è poco da salvare e c’è da ripartire cercando di risalire immediatamente. Con i se e  con i ma non si va avanti, ma già dall’inizio ci sono stati parecchi sbagli da parte di tutti. C’è da sperare che quanto accaduto ci serva da lezione per il futuro. Per il futuro dipende da tante cose, ho un contratto e sto bene a Pescara, ma bisogna capire cosa ne pensano l’ambiente, la società, il mister. In certi casi i contratti ci sono ma è come se non ci fossero”.

Zdenek Zeman, che in settimana ha compiuto 70 anni, fornisce la sua analisi della gara:

“Questa partita è l’immagine di tutte le nostre partite. Magari non contro Roma o Juventus, ma contro le altre squadre abbiamo sempre cercato di fare qualcosa e ce le siamo giocate. Se abbiamo vinto una sola partita, però, evidentemente c’è qualcosa che non va. ogni volta che prendiamo gol mettiamo la testa giù”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%