Pescara
Stai leggendo
Omicidio di Montesilvano, catturato Massimo Fantauzzi. Ha confessato

Omicidio di Montesilvano, catturato Massimo Fantauzzi. Ha confessato


PESCARA, 23 settembre – Stremato per la latitanza, confuso, precariamente rifugiato a pochi passi da casa. E’ stato catturato dai Carabinieri Massimo Fantauzzi, l’uomo accusato dell’omicidio di Antonio Bevilacqua, il ventunenne di Montesilvano ucciso nella notte tra venerdì e sabato scorsi nel pub ‘Birra Mi’ di via Verrotti con un colpo di fucile al volto. Fantauzzi ha confessato ed è stata ritrovata anche la moto con la quale si è dato alla fuga.

L’uomo è stato trovato a Montesilvano Colle, non distante dal luogo in cui viveva. Non ha trovato rifugio, secondo le prime indiscrezioni, ha vagato per le campagne giorno e notte, cercando in tutti i modi di nascondersi, senza tuttavia riuscire ad allontanarsi.

Fino a quando, oggi, dopo otto giorni, ha deciso di consegnarsi agli investigatori. Non è stata però ancora trovata l’arma del delitto.

Fantauzzi era nella zona di campagna che si trova tra Montesilvano Colle e le colline di Pescara. Le ricerche sono state condotte sia via terra sia utilizzando mezzi aerei.

Ai Carabinieri Fantauzzi ha confessato il delitto.

I dettagli dell’operazione verranno forniti durante una conferenza stampa che si terrà lunedì, alle 11, al Comando provinciale dei Carabinieri di Pescara.

A Fantauzzi i militari dell’Arma erano arrivati già nelle ore successive all’omicizio grazie alle testimonianze e alle immagini delle videocamere di sorveglianza presenti nella zona del pub. Immediate sono scattate le ricerche, andate avanti fino ad oggi. Tra appelli e condanne dei familiari del 46enne, anche sul web era partito un tam tam degli amici della vittima finalizzato a trovare il killer.

All’origine dell’omicidio ci sarebbe una lite scoppiata all’interno del pub tra vittima e assassino. Secondo la ricostruzione, dopo il diverbio il killer si è allontanato dal locale per poi farvi ritorno con il fucile. E’ entrato, ha sparato e si è dato alla fuga. Il 21enne è morto per un colpo di arma da fuoco al volo esploso a distanza ravvicinata.

Il pub in cui è avvenuto il delitto dovrà rimanere chiuso per due mesi su disposizione del Questore.

Ritrovata la moto con la quale Fantauzzi è fuggito.

E’ stata ritrovata dai Carabinieri la moto usata per fuggire da Massimo Fantauzzi, il 46enne di Montesilvano catturato stamani e accusato dell’omicidio di Antonio Bevilacqua, 21 anni, ucciso con un colpo di fucile al volto nella notte tra venerdì e sabato scorsi in un pub della città adriatica. Si tratta di una Honda Cbr600 di colore rosso, che il 46enne aveva abbandonato nel fiume Pescara, nell’area del parco fluviale che si trova nella zona del centro commerciale Megalò, in corrispondenza del ponte delle fascine. Il mezzo è stato recuperato nel primo pomeriggio dai Carabinieri del Nucleo Subacquei di Pescara, istituito nel luglio scorso.

In aggiornamento…

Mi sento...
Felice
100%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%