Teramo
Stai leggendo
Operazione Castrum, il M5S: “Rimuovere la responsabile anticorruzione del Comune”

Operazione Castrum, il M5S: “Rimuovere la responsabile anticorruzione del Comune”


GIULIANOVA, 27 maggio – Il giorno dopo i primi interrogatori di garanzia nell’ambito dell’operazione Castrum, che ha portato ad otto arresti tra i quali quello della dirigente del Comune di Giulianova Maria Angela Mastropietro, sulla vicenda torna ancora una volta il M5S. Che dopo aver annunciato una mozione di sfiducia contro il sindaco Francesco Mastromauro chiede la rimozione del segretario comunale in quanto responsabile anticorruzione del Comune.

“Dopo il terremoto giudiziario che sta colpendo il Comune di Giulianova e che ha portato a vari arresti, la posizione di Mastromauro è a dir poco imbarazzante – scrive il consigliere pentastellato Margherita Trifoni – Gli arresti hanno riguardato il dirigente Maria Angela Mastropietro, l’ex assessore Nello Di Giacinto, ora consigliere dell’Ente porto, e il presidente della Giulianova Patrimonio, società in house del Comune di Giulianova, Filippo Di Giambattista. Lo stesso Movimento 5 stelle aveva chiesto la sospensione per la dirigente dopo l’avviso di garanzia arrivato ad ottobre, mentre Mastromauro aveva pensato di risolvere tutto con un semplice trasferimento ad altra direzione della Mastropietro”.

Per il Movimento, in particolare, la vicenda getterebbe ombre  in particolare sul responsabile anticorruzione del Comune:

“E’ indubbio che l’operato del responsabile anticorruzione, in questi tre anni, si è caratterizzato per incapacità nel controllo, inadeguatezza al suo ruolo, inadempienza ai più elementari dettami di correttezza e buona gestione politico-amministrativa e mancanza di vigilanza sull’apparato pubblico e parte dei suoi collaboratori. Tutto ciò sta pesantemente infangando il nome di Giulianova e compromettendo l’attività politico amministrativa della nostra città”.

Da qui la richiesta al sindaco di prenderw un provvedimento d’urgenza in merito e sostituire la segretaria comunale “che per il 2016 ha addirittura avuto un bonus di 9.200 euro”.

“Tra le altre cose – conclude – chiediamo che si faccia luce sulla lottizzazione del Lido delle Palme, tornato alla ribalta della cronaca in seguito ai recenti arresti. Bisogna rifondare la nostra città”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%