L'Aquila
Stai leggendo
Pedaggi autostradali, per i sindaci lo sconto del 20% è “una risposta insufficiente e inadeguata”

Pedaggi autostradali, per i sindaci lo sconto del 20% è “una risposta insufficiente e inadeguata”


L’AQUILA, 19 gennaio – Lo sconto del 20% sui pedaggi autostradali di A24 e A25,  coperto dalle Regioni, rappresenterebbe una “risposta insufficiente e inadeguata rispetto alle esigenze e alle istanze che da settimane stanno arrivando da cittadini e sindaci stanchi di essere vessati  e presi in giro”. La dura presa di posizione sulla soluzione ipotizzata ieri mattina al tavolo  tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e le Regioni Abruzzo e Lazio arriva dai sindaci dell’Aquila Pierluigi Biondi, di Avezzano Gabriele De Angelis, di Sulmona Annamaria Casini, e dal presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso.

“Settimane di mobilitazione, manifestazioni di decine sindaci, presìdi ai caselli autostradali, incontri a Roma: tutto questo non è stato fatto invano – commentano gli amministratori locali  – La nostra richiesta era e rimane quella di sospendere gli aumenti indiscriminati che penalizzano le popolazioni delle aree interne della nostra regione”.

Il mero sconto del 20%, per sindaci e presidente della Provincia, sarebbe solo una vittoria di Pirro, “come quella dell’elemosina sulle tariffe di A24 e A25 per i pendolari”, e non li farebbe retrocedere di un passo rispetto alle loro posizioni.

“Continueremo a lottare affinché i nostri cittadini non vengano considerati serie B – concludono – e, per questo, tartassati da provvedimenti ingiustificabili che penalizzano non solo i pendolari ma l’intero Abruzzo, sia dal punto di vista commerciale sia da quello turistico”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%