Pescara
Stai leggendo
Pescara, lite condominiale sfocia in omicidio: arrestato l’accoltellatore

Pescara, lite condominiale sfocia in omicidio: arrestato l’accoltellatore


PESCARA, 25 aprile – Ci sarebbe una lite condominiale alla base della tragedia che questa mattina è costata la vita a Salvatore Russo, muratore di 58 anni originario di Apricena, ucciso a coltellate in una palazzina in via del circuito, all’incrocio con via pian delle mele.

L’assassino, un 51enne del posto, Roberto Mucciante, accompagnato in ospedale per le ferite riportate nella colluttazione, è stato arrestato dai Carabinieri. Sul posto oltre al 118, che non ha potuto far altro che constatare la morte dell’uomo,  anche la polizia, il pm di turno, il sostituto Valentina D’Agostino,  il comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Marco Riscaldati e il medico legale Cristian D’Ovidio.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli investigatori la lite sarebbe scoppiata nel garage condominiale, dove è stato  rinvenuto il cadavere dell’uomo. La vittima, che lascia 4 figli, sarebbe stata raggiunta da numerose coltellate al termine di un alterco e a chiamare i soccorsi sarebbero stati l’aggressore e altri condomini.

Russo, i cui familiari sono immediatamente arrivati su luogo della tragedia, viene descritto dai residenti della zona come una “persona squisita, che portava avanti la famiglia in modo esemplare”. Regolarmente assunto dall’impresa nella quale lavorava come muratore, stava per andare in pensione. “Gli mancava poco e diceva di non vedere l’ora” racconta un altro conoscente.

I militari stanno adesso raccogliendo e vagliando le testimonianze dei condomini, tra i quali un vicino di casa che avrebbe riferito come le liti tra i due sarebbero andate avanti da tempo . “Non l’ho mai visto arrabbiato – ha raccontato un residente  – era sceso in garage dove aveva le sue cose, andava spesso a mettere a posto”.

AGGIORNAMENTO

Nel telefonare per chiamare i soccorsi Roberto Mucciante avrebbe ammesso con una telefonata di essere l’autore del delitto di Salvatore Russo.  E’ quanto emerso dalle prime indagini svolte dai Carabinieri, che hanno accertato come il 51enne,  dopo aver incontrato Russo nei locali garage, abbia intrapreso  una colluttazione con il vicino di casa per poi colpirlo al torace e alla schiena con un coltello da cucina, sottoposto a sequestro.  Dalle testimonianze raccolte sembrerebbe confermato come l’aggressione sia legata a dissidi di natura personale tra i due uomini, legati a questioni condominiali.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
67%
Ok
0%
Triste
33%
Arrabbiato
33%