Pescara
Stai leggendo
Pescara: per vent’anni perseguita una donna, allontanato dal giudice

Pescara: per vent’anni perseguita una donna, allontanato dal giudice


PESCARA, 7 dicembre – L’ha perseguitata per vent’anni, insistente, molesto, non gradito. Tanto da costringerla ad avere paura, a cambiare vita. Ora non potrà più avvicinarla, ne’ frequentare i suoi stessi locali. Il Gip del Tribunale di Pescara ha infatti notificato a un quarantottenne di Pescara, indagato per stalking, un’ordinanza con cui prescrive di mantenere una distanza non inferiore a 50 metri dalla donna e di evitare la frequentazione dei luoghi in cui abitualmente si recano lei e i suoi familiari.

I due si erano conosciuti molti anni fa per rapporti di amicizia tra le rispettive famiglie e, dopo un po’ di tempo, ma parliamo degli anni Novanta, l’uomo aveva cominciato ad avere attenzioni che la signora aveva dimostrato di non gradire: all’inizio fiori, bigliettini, visite continue.

Poi sono arrivate telefonate incessanti, anche sul luogo di lavoro, minacce, lettere anonime. È ancora tentativi di infastidire i colleghi di lavoro della signora e danni alle automobili.

Tutto questo è andato avanti fino a qualche giorno fa, con attenzioni morbose che non si sono mai allentate e che hanno costretto il giudice ad assumere il provvedimento cautelare.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
50%
Triste
0%
Arrabbiato
50%