Pescara
Stai leggendo
Pescara-Pro Vercelli 3-1, il Delfino risorge. Doppietta di Pettinari

Pescara-Pro Vercelli 3-1, il Delfino risorge. Doppietta di Pettinari


PESCARA, 18 novembre –  I biancazzurri tornano alla vittoria, allo stadio Adriatico, contro la Pro Vercelli. Buona gara dei ragazzi di Zeman, che mostrano personalità e voglia di vincere, siglando tre reti di ottima fattura. Risultato mai in discussione. La Pro Vercelli non demerita ma è costretta a soccombere. Minimo storico di presenze stagionali sugli spalti.

Contro la Pro Vercelli dell’allievo Grassadonia, il tecnico boemo conferma la squadra sconfitta a Bari: uniche varianti Crescenzi al posto di Zampano e Capone in luogo di Del Sole. Per il resto Fiorillo in porta, linea difensiva completata da Mazzotta, Fornasier e Perrotta. In mediana Palazzi, Carraro e Brugman. In attacco, insieme a Capone, agiscono Pettinari e Mancuso.

PRIMO TEMPO

Biancazzurri subito aggressivi in avvio, con una duplice percussione di Capone che semina il panico nell’area avversaria. Al 3′ clamorosa traversa del Pescara, con Pettinari che incorna di testa e coglie l’incrocio dei pali. La palla torna in campo e il tiro di Capone, sulla ribattuta, è debole e centrale. Quattro minuti dopo, gran botta di Brugman da fuori: la palla sfiora il palo. Ancora il Pescara pericoloso, pochi secondi dopo, con Mazzotta che da posizione defilata arriva a tu per tu con il portiere avversario e si vede respingere la conclusione di piede.

Ottimo inizio dei ragazzi di Zeman, che mettono in campo intensità e determinazione, chiudendo in area gli avversari. Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano, ma sono i biancazzurri a mantenere costantemente l’iniziativa del gioco. La Pro Vercelli si difende senza neanche provare a ripartire. Al 17′, però, la difesa del Pescara si lascia sorprendere da un cambio di gioco degli ospiti: Germano, dal limite dell’area, spara alto.

Al 20′ si fa rivedere il Pescara in ripartenza, con Brugman che sbaglia completamente la conclusione da buona posizione e Pettinari che riceve ma non riesce a correggere in rete. Due minuti dopo bel tiro a giro di Capone dal limite dell’area, di poco fuori. Al 27′ miracolo di Fiorillo, che salva in tuffo sul colpo di testa di Castiglia da distanza ravvicinata.

Scampato il pericolo, i biancazzurri riprendono a macinare gioco, ma fanno fatica a scardinare la linea difensiva avversaria. Al 37′ un tiro da fuori di Brugman, senza pretese, per poco non beffa Marcone, che si lascia sfuggire il pallone ed è costretto a salvare in tuffo sulla linea di porta. Un minuto dopo Pescara in vantaggio: cross di Crescenzi dalla destra, Pettinari riceve in area e gira di testa all’angolino della porta difesa da Marcone. Nono gol stagionale per Pettinari e biancazzurri meritatamente in vantaggio. Allo scadere del primo tempo Pettinari avrebbe anche l’occasione per raddoppiare: progressione di Palazzi in ripartenza, palla a Pettinari, che non ha avversari davanti a sé, ma conclude malissimo spedendo sopra la traversa.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa le due squadre si ripresentano in campo con gli stessi giocatori. La Pro Vercelli si lancia subito all’attacco, nel tentativo di riequilibrare il risultato. Pericoloso Vajushi sulla corsia di destra, ma la difesa di casa sbroglia con qualche affanno.  Al 2′ Brugman in ripartenza, palla a Palazzi che da buona posizione spreca.

Il Pescara fatica a riprendere il controllo della gara, con la Pro Vercelli che attacca, senza creare però grandi pericoli. Al 10′ i biancazzurri raddoppiano, ancora con Pettinari, che taglia sulla destra, penetra in ara e con un tocco morbido supera il portiere avversario. Decima marcatura personale per l’attaccante romano.

I biancazzurri riacquistano convinzione e dilagano al 15′ con Capone, con un’azione fotocopia rispetto a quella che ha portato al raddoppio: questa volta è Mancuso a sfondare sulla destra e a servire un assist delizioso per Capone, che irrompe al centro e deposita in rete. Al 20′ la Pro Vercelli riapre la gara con il neo entrato Morra, che in ripartenza penetra in area, mette a sedere un avversario e batte Fiorillo. Pochi istanti dopo è ancora Morra, di nuovo in ripartenza, a sfiorare il secondo gol ospite. Pericoloso blackout dei biancazzurri, che sembrano avere prematuramente mollato la presa.

Al 26′ è Mancuso a sfiorare il poker con una bella iniziativa sulla destra, ma la sua conclusione termina al lato. Ancora l’ex Samb vicino alla rete, al 31′, sugli sviluppi di una splendida azione innescata dal lancio di Valzania per Capone, e conclusa con un tocco di esterno di Mancuso che fa la barba al palo. Poi più nulla fino alla fine, con il Pescara che controlla e la Pro Vercelli che punge senza far male.

Il Pescara risorge, sfoggiando una buona prova, senza sbavature anche in fase difensiva, dove giganteggia Perrotta e non demerita Fornasier. Adesso è importante trovare continuità, per restituire entusiasmo ai tifosi e per provare a risalire la classifica. I tre punti fanno morale e forniscono ossigeno. Vincere aiuta a vincere. Un buon viatico, dunque, verso la trasferta di sabato prossimo a La Spezia.

 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Crescenzi, Fornasier, Perrotta, Mazzotta, Palazzi (22′ st Valzania), Carraro, Brugman, Capone, Pettinari, Mancuso (34′ st Del Sole). A disposizione: Pigliacelli, Kanoutè, Ganz, Benali, Zampano, Coda, Elizalde, Cappelluzzo, Coulibaly, Baez. Allenatore: Zdenek Zeman

PRO VERCELLI (4-3-3): Marcone, Berra, Legati, Bergamelli, Barlocco (21′ st Ghiglione), Altobelli, Germano (20′ st Rocca), Castiglia, Vajushi (16′ st Morra), Firenze, Raicevic. A disposizione: Nobile, Konate, Bifulco, Gilardi, Pugliese, Grossi, Della Morte, Polidori, Bruno. Allenatore: Gianluca Grassadonia

Arbitro: Piscopo di Imperia

Reti: 38′ Pettinari (PE), 55′ Pettinari (PE), 60′ Capone (PE), 65′ Morra (PV)

Corner: 2-2

Ammoniti: Perrotta (PE)

Spettatori: 6.546

Mi sento...
Felice
50%
Orgoglioso
50%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%