Teramo
Stai leggendo
Prostituzione lungo la Bonifica, nigeriana condannata a sei anni per tratta di esseri umani

Prostituzione lungo la Bonifica, nigeriana condannata a sei anni per tratta di esseri umani


CONTROGUERRA, 31 maggio – Era finita a processo con le accuse di tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione. Accuse per le quali una nigeriana di 28 anni, al termine del processo con rito abbreviato, è stata condannata a sei anni di carcere dal tribunale di Ascoli Piceno.

Alla donna veniva contestato anche di aver fatto abortire una ragazza di cui sfruttava l’attività di prostituzione, facendole assumere farmaci. Accusa dalla quale è stata invece assolta.

I fatti per i quali la 28enne è stata condannata risalgono ad un periodo compreso tra  maggio e settembre 2015 e si sarebbero svolti tra Monsampolo e Controguerra dove la donna, secondo l’accusa, avrebbe messo su insieme ad altre persone un traffico di donne che dall’Egitto e dalla Nigeria venivano fatte arrivare in Italia per essere poi ridotte in schiavitù e costrette, con violenze e minacce fisiche indirizzate anche ai loro familiari, a prostituirsi lungo la Bonifica.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%