Teramo
Stai leggendo
Ricerca idrocarburi a “Colle dei Nidi”, Provincia di Teramo e Comuni vincono anche al Consiglio di Stato

Ricerca idrocarburi a “Colle dei Nidi”, Provincia di Teramo e Comuni vincono anche al Consiglio di Stato


TERAMO, 8 giugno – La Provincia di Teramo e i Comuni di Bellante, Campli e Mosciano vincono anche al Consiglio di Stato: i giudici amministrativi hanno infatti confermato la sentenza del Tar del Lazio che aveva accolto l’impugnazione del permesso di ricerca di idrocarburi liqui­di e gassosi denomin­ato “Colle dei nidi” (rilasciato a Rockh­opper Italia – già Medoil Gas).

E’ stato dunque confermato l’annullamento del decreto del Mise, assunto senza aver consentito alle am­ministrazioni locali di partecipare al procedimento.

Con la loro azione giudiziaria gli enti locali ter­amani hanno assicura­to a tutte le altre Amministrazioni loca­li del territorio in­teressato (una vasta fascia pedemontana che attraversa sia la provincia teramana che quella ascolana) il diritto di esse­re sentiti prima del rilascio dei titoli minerari.

 

“Siamo di fronte ad un precedente estrem­amente significativo – afferma il presidente Renzo Di Sabatino – al di là del valo­re giuridico della sentenza e aspettiamo di leggere il dispo­sitivo, questa vicen­da, sollecita rifles­sioni politiche e is­tituzionali in merito ai grandi temi leg­ati allo svilluppo sostenibile,  all’amb­iente e alle politic­he di approvvigionam­ento energetico. Que­stioni che hanno un enorme impatto sulle comunità locali: es­cluderle dai percorsi decisionali signif­ica solo aumentare i conflitti e la riso­luzione dei problemi come dimostra, per altri versi, la vice­nda legata alla capt­azione delle acque del Gran Sasso e agli interventi di messi in sicurezza a suo tempo realizzati dal­la gestione commissa­riale del Governo se­nza alcun coinvolgim­ento delle istituzio­ni locali”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%