Teramo
Stai leggendo
Ricostruzione e scuole, a Teramo la priorità è il polo alla San Giuseppe

Ricostruzione e scuole, a Teramo la priorità è il polo alla San Giuseppe


TERAMO, 26 maggio – Subito un  nuovo polo scolastico nell’area tra la San Giuseppe e il vecchio stadi o, destinato ad ospitare circa 835 alunni. Poi un secondo polo nell’area della D’Alessandro. Ad indicare le priorità per il futuro delle scuole teramane è il sindaco Maurizio Brucchi che ha presentato ufficialmente all’ufficio ricostruzione la programmazione per le scuole dichiarate inagibili.

Programmazione che punta dunque su due poli scolastici: il primo da realizzare subito nell’area del vecchio stadio, il secondo da localizzare subito dopo nell’area della D’Alessandro.

“La Risorgimento verrà adeguata sismicamente e tornerà ad essere scuola elementare – annuncia il sindaco Maurizio Brucchi, che ha reso partecipi anche i cittadini delle scelte operate attraverso il suo profilo F – La Savini non sarà più scuola, il Regina Margherita e il Braga saranno recuperate ed adeguate”.

Oltre alla Savini ad aver terminato il proprio ciclo come scuola anche quella di Via Tevere, che sarà adibita a struttura per attività sociali, mentre per la materna di Villa Ripa il sindaco annuncia la vol0ntà di aprire un confronto con i cittadini della frazione.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%