Teramo
Stai leggendo
Teramo, elezioni amministrative: D’Alberto disponibile alle primarie

Teramo, elezioni amministrative: D’Alberto disponibile alle primarie


TERAMO, 16 aprile – Se nel centrodestra l’accordo sul nome di Giandonato Morra continua a trovare il veto della Lega, nel centrosinistra si cerca di ritrovare l’unità perduta. Unità che passa per le primarie, che questa sera hanno incassato la disponibilità anche dell’ex Pd Gianguido D’Alberto.

Una decisione quella assunta da D’Alberto, attorno al quale ruota un grande movimento civico che racchiude esponenti del mondo della cultura, delle professioni ed anche molti militanti dello stesso Pd, nata dal confronto con le stesse forze che lo sostengono e motivata dalla volontà di portare avanti un progetto condiviso che porti la città fuori dal cosiddetto “Modello Teramo” espressione delle passate amministrazioni di centrodestra.

“Dinanzi al pericolo di riconsegnare la città di Teramo a quelle forze politiche ed amministrative che hanno dimostrato in questi anni la loro insipienza e incapacità di governo – scrive D’Alberto in una nota – a nome delle forze del civismo democratico, largo e responsabile, che in questi mesi hanno trovato intorno al mio nome unità di intenti, dichiaro la mia disponibilità a partecipare a votazioni primarie attraverso cui i cittadini, le forze civiche, le organizzazioni politiche, potranno esprimere liberamente e democraticamente la loro opinione”.

Il tempo è poco e D’Alberto ne è consapevole. Ma la strada è quella di far scegliere ai cittadini un candidato che “possa rappresentare degnamente un nuovo modo di intendere e praticare la cosa pubblica”

“In tal modo, pur dinanzi ai ritardi e alle evidenti difficoltà di garantire la più ampia partecipazione democratica a questo appuntamento così dirimente – conclude – dimostrando il necessario senso di responsabilità che in simili frangenti tutti dovrebbero avere, mi farò carico di ricercare intorno alla mia figura la più ampia sintesi, confrontandolo con quelle candidature che eventualmente volessero essere partecipi di questo processo democratico”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%