Regione
Stai leggendo
Turismo, ecco l’innovativo progetto per il rilancio delle “Terre del Cerrano”

Turismo, ecco l’innovativo progetto per il rilancio delle “Terre del Cerrano”


PESCARA, 14 maggio – Creare la nuova destinazione turistica ‘Terre del Cerrano’, puntando su quattro asset strategici, e cioè mare, natura, enogastronomia, arte-cultura-storia-borghi: è l’obiettivo dell’innovativo progetto di promozione turistica del territorio, ideato dai Comuni di Atri, Pineto, Roseto degli Abruzzi e Silvi.

L’iniziativa è stata presentata stamani in Regione, dall’assessore regionale al Turismo, Giorgio D’Ignazio, dal sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, dal presidente della Dmc Riviera dei Borghi Acquaviva, Gino Aretusi, dal vice presidente, Davide Calcedonio Di Giacinto, dall’assessore comunale di Roseto Carmelita Bruscia e dall’assessore al Turismo di Atri, Domenico Felicione.

Curato dalla Dmc “Riviera dei Borghi Acquaviva” e frutto di una forte sinergia tra pubblico e privato, l’iniziativa nasce con l’intento di dare un forte e rinnovato impulso allo sviluppo turistico ed economico del territorio. Il marchio che identifica il nuovo brand di destinazione è graficamente rappresentato dall’incontro e dall’interazione dei quattro asset turistici del territorio. “Vive per Te” è invece il claim ideato ad hoc per identificare la destinazione.

Il piano di marketing si basa su una strategia di comunicazione diretta, puntuale ed efficace, che dovrà essere in grado di suscitare emozioni e di valorizzare un prodotto che rappresenta una vera e propria “Marca di territorio”, promuovendo i pacchetti turistici di riferimento sul mercato nazionale ed internazionale attraverso un apposito sito internet, una app per gli smartphone ed i social network, oltre agli strumenti tradizionali come scatti fotografici, video e materiale cartaceo.

La Dmc Riviera dei Borghi Acquaviva, con le quattro amministrazioni interessate, ha elaborato una strategia integrata di promozione della destinazione “Terre del Cerrano” attraverso i prodotti turistici tematici rappresentativi dell’identità del proprio territorio, così da permettere agli operatori, sia pubblici che privati, di presentarsi con un’offerta di qualità capace di rispondere alle richieste di un mercato turistico sempre più dinamico ed esigente. Il progetto ha l’intento di favorire il passaggio da un turismo di destinazione ad un turismo di motivazione, capace di trasmettere emozioni ed intercettare nuovi e più consistenti flussi turistici.

“La ricetta può apparire semplice – afferma D’Ignazio – ma non è affatto scontata. La novità sta nell’aver puntato su una più moderna visione di marketing territoriale che prescindesse dai campanilismi e che consentisse di presentare un unicum in termini di offerta turistica, in grado di soddisfare le più svariate esigenze di fruizione del prodotto. Un modello di cui, come Regione, intendiamo favorire la replicabilità per altre aree strategiche del nostro territorio sotto il profilo turistico”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%