Chieti
Stai leggendo
Atessa, testa mozzata di capretto davanti al centro per migranti

Atessa, testa mozzata di capretto davanti al centro per migranti


ATESSA, 3 novembre – Il timore era quello che il pacco, depositato davanti all’ingresso di un centro per migranti, contenesse esplosivo. Invece dentro c’era la testa mozzata di un capretto. Simbolica, ma pur sempre una minaccia.

Il pacchetto è stato depositato intorno alle 14 proprio davanti al centro accoglienza immigrati “il Mulino” di Atessa. Sono stati chiamati i Carabinieri, anche perché alla struttura nei giorni scorsi era arrivato un altro avvertimento. Gli uomini della Compagnia di Atessa, coordinati dal capitano Marco Ruffini, hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area, poi hanno fatto arrivare gli artificieri.

Nel pacco non c’era esplosivo, ma la testa di animale. I Carabinieri hanno avviato un’indagine per procurato allarme e stanno esaminando le registrazioni di telecamere presenti in zona e ascoltando numerose persone della cittadina.

Amareggiato il sindaco di Atessa, Nicola Cicchitti che parla di:

“fatto vergognoso e miseria umana. Questi immigrati è come se non ci fossero. Non stanno dando alcun problema alla popolazione”.

Che però è in parte contraria alla presenza di queste persone e, da un mese, ha avviato azioni di protesta.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
100%
Arrabbiato
0%