L'Aquila
Stai leggendo
Avezzano, in ospedale due nuovi servizi per emicrania e sla

Avezzano, in ospedale due nuovi servizi per emicrania e sla


AVEZZANO, 10 dicembre –  Due nuove servizi attivati nel reparto di neurologia dell’ospedale di Avezzano permetteranno ai pazienti marsicani di curarsi  senza doversi più spostare e raggiungere altri ospedali della provincia. Si tratta del trattamento della cefalea con la tossina botulinica, avviato lo scorso 4 dicembre, e il trattamento farmacologico dei malati di sclerosi laterale amiotrofica, attivato questa mattina nell’ambito del potenziamento dei servizi del reparto che, dal novembre scorso, è stato affidato alla professoressa Simona Sacco.

“L’avvio di queste nuove attività rientra nella nostra ‘filosofia’ secondo cui non devono essere i pazienti a spostarsi altrove per trovare lo specialista da cui farsi assistere bensì  il medico a offrire il servizio nel territorio di residenza – dichiara il manager della Asl, Rinaldo Tordera – Un principio che abbiamo attuato, ormai da tempo, nelle diverse aree della provincia e che sta dando ottimi risultati”.

L’ambulatorio riservato alle cefalee  garantisce un’attività diagnostica e terapeutica di secondo livello poiché viene praticata quando le cure, precedentemente somministrate, si sono rivelate inefficaci. A questo servizio, per fruire del quale fino a poco tempo fa ci si doveva recare all’Aquila, affluiscono quindi pazienti già seguiti dalla neurologia. La terapia consiste nella somministrazione, tramite punture effettuate in vari punti (fronte, testa), della tossina botulinica che consente di contrastare l’emicrania severa, quella cioè  molto intensa che si protrae per molti mesi o anni.

L’ambulatorio è aperto 4 volte e a settimana, lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, ed è possibile prendere appuntamento tramite cup. Per le visite di controllo le prenotazioni vengono fissate direttamente del reparto (il cosiddetto cup di secondo livello) proprio perché si tratta di pazienti già trattati con precedenti terapie. L’ambulatorio assicura 13 visite a settimana tra controlli (per chi è già in cura) e primo approccio con lo specialista.

Per quanto riguarda invece il trattamento della Sla, finora i pazienti, per 10 giorni al mese, erano costretti a rivolgersi all’ospedale dell’Aquila, con relativi disagi per spostamenti e spese del viaggio. Da oggi, invece, avranno la possibilità di farsi assistere all’ospedale marsicano.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%