Chieti
Stai leggendo
Chieti, maltratta e picchia il fratello: allontanato da casa

Chieti, maltratta e picchia il fratello: allontanato da casa


CHIETI, 18 ottobre – Per un anno avrebbe maltrattato il fratello, picchiandolo violentemente e provocandogli, in un episodio, anche un distacco di retina. Accuse che ieri sono costata ad un 50enne teatino l’allontanamento dalla casa familiare. A notificargli l’ordinanza, firmata dal gip De Ninis, la squadra mobile della Questura di Chieti, con l’uomo che deve rispondere di maltrattamenti e lesioni personali.

A far scattare le indagini,  che hanno portato all’emissione della misura, il fratello dell’uomo, un 45enne che ad inizio ottobre si è presentato presso il posto fisso di polizia dell’Ospedale SS. Annunziata di Chieti riferendo all’agente presente di essere stato aggredito per l’ennesima volta dal 50enne, che lo aveva riempito di pugni causandogli  il distacco della retina.

Da qui l’avvio dei relativi accertamenti, che hanno permesso di ricostruire con puntualità i gravi e frequenti episodi di violenza subiti dal 45enne nel corso dell’ultimo anno. Gli agenti, in particolare, hanno anche accertato come in un circostanza la vittima non si fosse potuta neppure sottoporre ad una delle visite periodiche prescritte dalla Asl, perché era stato picchiato dal fratello e presentava degli ematomi in viso talmente vistosi da renderlo impresentabile.

In altre circostanze, invece, l’uomo sarebbe stato costretto, su ordine del fratello, ad uscire anche più volte di casa durante la notte per recarsi ad acquistare alcolici o a pulire l’abitazione sempre in piena notte, subendo costanti aggressioni e percosse  in caso di diniego.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%