Dall’E-fattura al Mobile Marketing: il QR code diventa fondamentale per le aziende


PESCARA, 19 ottobre – Con il prossimo avvento della fatturazione elettronica previsto per il 1 gennaio 2019 arriveranno anche una serie di obblighi per le imprese, tra i quali spicca la necessità di dotarsi di una serie di strumenti digitali per adeguarsi agli standard nazionali richiesti. Nel set di questi tools spiccherà soprattutto l’inserimento nelle fatture del QR code aziendale: un codice visivo ancora molto poco conosciuto da inquadrare con lo smartphone per avere accesso ad una serie di informazioni digitalizzate.

Cos’è il QR code e a cosa serve

Il QR code è una vera e propria immagine, fatta di quadratini, di rettangoli e di forme geometriche nere su sfondo bianco. Quest’immagine, apparentemente priva di senso per un essere umano, per poter essere decodificata deve essere letta attraverso software specifici che è possibile installare sullo smartphone e che, catturando un’istantanea di questo codice, forniscono le informazioni digitali ad esso correlate.

Può trattarsi di informazioni quali un semplice testo, altre immagini o addirittura di video o animazioni in augmented reality. In verità, qualsiasi tipo di contenuto può essere legato ad un codice di questo tipo, tanto che è quasi impossibile spiegare in maniera univoca a cosa possa servire questo strumento: di fatto, le sue possibili applicazioni sono infinite. Basti pensare ad un biglietto da visita dotato di un codice QR: basta scannerizzarlo con la fotocamera dello smartphone per salvare, in tempo reale e senza sforzo, tutti i dati di quel contatto sulla memoria del cellulare.

Il QR code per la fatturazione elettronica

L’applicazione del QR code alle fatture consentirà di velocizzare lo scambio di tutte quelle informazioni relative al processo di fatturazione. Si tratta di un’introduzione fortemente voluta dall’Agenzia delle Entrate a beneficio dei professionisti e delle imprese, che potranno quindi semplificare l’emissione del documento.

Data l’obbligatorietà, può essere utile per una realtà aziendale iniziare sin da subito a familiarizzare con questo strumento cominciando subito a inserire il proprio QR code nelle fatture, magari rendendolo parte della carta intestata che può essere comodamente pianificata e ordinata online attraverso una tipografia digitale. Questo genere di soluzione, risulta particolarmente utile in quanto oltre ad essere comoda permette di usufruire di un servizio di stampa di alto livello, assicurando all’azienda la corretta leggibilità del codice QR.

Il QR code nel marketing mobile

Oltre che come strumento necessario per la fatturazione digitale, il codice QR può essere utilizzato anche per il mobile marketing. Un QR code applicato ad un volantino promozionale o a un cartellone, infatti, potrebbe essere scannerizzato con lo smartphone e condurre il proprietario su una landing page specifica. Si parla di un sistema molto rapido capace di aumentare la velocità di accesso alla fase precedente alla conversione del cliente, la quale spetterà invece alle CTA (Call To Action) presenti sulla landing. Anche i codici stampati sulle magliette, da indossare durante un evento, rappresentano un sistema innovativo e ludico per fare marketing e distinguersi dalle masse.

Naturalmente le potenzialità del codice QR vanno ben oltre tutto questo dato che si parla di un importante strumento di sviluppo aziendale e cominciare a utilizzarlo in maniera attiva può essere quel tocco in più che permetterà alla propria azienda di spiccare tra le altre.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%