Pescara
Stai leggendo
Inferno A14 in Abruzzo, scatta inchiesta della Procura di Pescara. Il ministro apre alla terza corsia

Inferno A14 in Abruzzo, scatta inchiesta della Procura di Pescara. Il ministro apre alla terza corsia

PESCARA, 29 luglio – La Procura di Pescara ha aperto un fascicolo, nel quale al momento non figurano indagati, sulla base dell’esposto presentato l’altro ieri dal presidente della giunta regionale Marco Marsilio in riferimento ai disagi provocati dai lavori lungo il tratto autostradale abruzzese della A14.

Il sostituto procuratore Luca Sciarretta, titolare dell’inchiesta, nei prossimi giorni compirà gli accertamenti necessari, al fine di verificare se ricorrano profili penali.

Il governatore abruzzese, nell’esposto depositato presso le Procure di Pescara e Teramo, aveva denunciato che le condizioni del traffico determinatesi sull’autostrada A14, da Vasto Sud al confine con le Marche, hanno provocato “una situazione insostenibile in entrambe le direzioni”. Inoltre aveva aggiunto di essere pronto a valutare “ogni azione volta al risarcimento dei danni subiti dalla Regione Abruzzo”.

Nel pomeriggio, intanto, il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli, durante il question time alla Camera, ha lanciato segnali di apertura sulla terzia corsia lungo la A14:

“Quanto all’ampliamento a tre corsie della tratta autostradale ricadente nelle regioni Marche e Abruzzo, dall’analisi che in queste ore le strutture del Mit stanno effettuando, sul Piano economico finanziario presentato da Autostrade per l’Italia, si sta approfondendo tale aspetto per addivenire quanto prima alla realizzazione della terza corsia sulla A14”.

A stretto giro il commento del governatore Marsilio:

“Anche se debolmente e con mille riserve, il ministro apre alla possibilità di realizzare la terza corsia sull’autostrada A14. Spero che l’approfondimento in corso da parte del Mit termini presto e consegni un risultato positivo, l’Abruzzo non può più aspettare”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
100%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%