La vendita online supera i 27 miliardi, Italia tra le ultime in Europa


PESCARA, 5 dicembre – Col mercato generale delle vendite al dettaglio in sofferenza, i dati migliori vengono registrati dal segmento relativo all’e-commerce, che ha raggiunto la cifra di 27 miliardi di euro, segnando una crescita del 16% rispetto al 2017.

Il numero di aziende e servizi che offrono vendite attraverso il web è in aumento, unitamente alla sempre maggiore diffusione di dispositivi elettronici portatili collegabili a internet, hanno portato le vendite online a livelli mai raggiunti in precedenza, con margini di crescita ancora molto ampi.

I dati sono stati raccolti dall’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm. Una crescita dell’e-commerce registrata sia per quello che riguarda la vendita di prodotti, settore che vale 15 miliardi con un incremento del 25%, sia per i servizi che sono pari a 12 miliardi con maggiori entrate pari al 6%.

Un processo di cambiamento profondo nelle abitudini degli italiani nel modo di fare acquisti, sempre meno legato al visitare punti vendita fisici e rivolto in modo sempre più convinto al web.

Un cambiamento che si ripercuote anche sulle piccole e medie aziende, che si trovano a dover rinnovare il proprio modo di fare commercio, introducendo nuove forme di multicanalità attraverso la messa online di store digitali dedicati alla vendita dei prodotti.

Nuove opportunità, ma anche nuove sfide, cambiamenti e ordini di problemi, con le aziende che devono far fronte anche a una nuova gestione del magazzino, per la ricezione e spedizione degli ordini effettuati via web.

Cambiamenti che portano al doversi adeguare in modo rapido e funzionale: su questa falsariga sono impostati i software per la gestione del magazzino offerti da Fatture in Cloud, azienda che mette a disposizione gli strumenti necessari per semplificare la vita delle aziende e il loro business tenendo sotto controllo fatture, fatture elettroniche B2B verso la PA, analisi dell’andamento, scadenziario rubrica e tutta la sicurezza e affidabilità di cui un’attività ha bisogno.

Per quanto riguarda i settori maggiormente interessati dalla vendita online, in prima posizione troviamo il turismo, con 9,8 miliardi e un incremento del 6%, mentre tra i prodotti consolidano la loro posizione quelli legati all’informatica ed elettronica, con un valore di 4,6 miliardi e +18%, seguiti dall’abbigliamento con 2,9 miliardi e +53%, ma cresce molto forte anche il settore del food, con 1,4 miliardi  e +34%.

A livello mondiale il settore delle vendite online ha raggiunto la cifra di 2500 miliardi, con la Cina che rappresenta il primo mercato, seguita dagli USA e dall’Unione Europea.

Nel vecchio continente l’Italia è ancora indietro rispetto ad altri colossi come Francia, Germania e Regno Unito, e lo sviluppo di tale mercato nella nostra penisola deve passare dal potenziamento dell’offerta del Food&Grocery.

Per quello che riguarda invece i dispositivi più utilizzati per fare acquisti, va segnalata la crescita degli smartphone, con una percentuale che sale dal 25 al 31%, ma la principale periferica rimane sempre il personal computer che però scende dal 67 al 62%.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%