L'Aquila
Stai leggendo
L’Aquila: violenze sessuali e maltrattamenti su una dodicenne, arrestati madre e patrigno

L’Aquila: violenze sessuali e maltrattamenti su una dodicenne, arrestati madre e patrigno


L’AQUILA, 27 ottobre – Due anni di abusi e violenze, subiti da parte della madre e del patrigno. Due anni di orrore a cui ha messo fine l’arresto dei due, eseguito dagli agenti della Squadra mobile dell’Aquila.

Nei loro confronti le accuse sono violenza sessuale continuata in concorso, maltrattamenti in famiglia in concorso, violenza privata continuata e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice in concorso.

La ragazza che all’epoca dei fatti aveva dodici anni, viveva in un contesto familiare assolutamente degradante, in cui era costretta a subire di tutto.

Il compagno della madre, un uomo di origini romene, costringeva la ragazza a rapporti sessuali con minacce e violenze, rapporti di cui la donna, una moldava di 44 anni avrebbe sempre finto di non sapere nulla, sostenendo che si svolgevano in sua assenza.

Ma anche lei, come il suo compagno, spesso maltrattava la figlia, trattandola in maniera impietosa.

I due, spesso ubriachi, litigavano tra di loro e la dodicenne, con la sorellina più piccola, due anni fa era stata allontanata dal nucleo familiare. Tutte e due le ragazzine erano state date in affidamento.

Proprio in quel periodo l’adolescente avrebbe riferito a una psicologa gli abusi subiti. Così sono state effettuate indagini, raccolte testimonianze e ricostruito il quadro accusatorio che ha portato alle misure restrittive: la madre è ora ai domiciliari, il patrigno in carcere.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%