Teramo
Stai leggendo
Martinsicuro, violenze domestiche e minacce di morte: scatta il divieto di avvicinamento alla moglie

Martinsicuro, violenze domestiche e minacce di morte: scatta il divieto di avvicinamento alla moglie

MARTINISCURO, 23 maggio – Allontanato dalla casa familiare, su disposizione del gip del tribunale di Teramo, un uomo di 43 anni che a Martinsicuro ha maltrattato ripetutamente la moglie, percuotendola e minacciandola di morte. Per lui è scattato anche il divieto di avvicinare la donna o tentare in qualsiasi forma di comunicare con lei.

L’uomo utilizzava ogni pretesto per aggredire la consorte, con frasi offensive e minacce di morte. L’uomo infatti, in più circostanze, soprattutto quando era alticcio per l’abuso di bevande alcoliche, era solito maltrattare la moglie, minacciandola di morte, strattonandola e percuotendola, afferrandola per i capelli e gettandola a terra. In una circostanza, durante una cena con amici, aveva offeso con epiteti sprezzanti la figlia della donna arrivando a colpirla con uno schiaffo al viso. Stanca dei continui soprusi e delle violenze domestiche, la donna aveva preso il coraggio di raccontare ai carabinieri di Martinsicuro quanto avvenuto nel corso di anni di violenze domestiche  e i militari, dopo avere raccolto la deposizione della donna e le testimonianze dei vicini, hanno rimesso una dettagliata informativa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo che ha successivamente determinato il provvedimento cautelare del Gip.

 

Mi sento...
Felice
100%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%