Pescara
Stai leggendo
Pescara, chiama il 112 e annuncia falsa rapina: denunciato per procurato allarme

Pescara, chiama il 112 e annuncia falsa rapina: denunciato per procurato allarme

PESCARA, 8 gennaio – Ha chiamato il 112 per denunciare che stava per essere compiuta una rapina a Pescara, ma il suo scopo era unicamente quello di mettere nei guai un rivale in amore. I carabinieri hanno scoperto tutto e a finire nei guai, per procurato allarme, è stato l’uomo che ha chiamato il 112.

La telefonata al 112 è arrivata alle prime luci dell’alba, quando una voce maschile, attraverso una chiamata anonima, ha annunciato che due persone, armate di tre pistole, erano in procinto di compiere una rapina ai danni di un ufficio postale cittadino. L’anonimo ha fornito anche nome e cognome di uno dei due presunti rapinatori e subito dopo ha chiuso la telefonata.

Le immediate indagini condotte dai carabinieri di Pescara hanno permesso di rintracciare l’autore della chiamata: un uomo del posto che, messo alle strette dagli investigatori, ha confessato di avere inventato la storia della rapina nel tentativo di mettere nei guai una persona con la quale era entrato in conflitto per motivi sentimentali, riconducibili ad una contesa per la stessa donna.  L’uomo è stato quindi deferito in stato di libertà l’uomo per procurato allarme.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%