Chieti
Stai leggendo
Pescara, perseguita la ex e la tampona ripetutamente con l’auto: arrestato stalker

Pescara, perseguita la ex e la tampona ripetutamente con l’auto: arrestato stalker


PESCARA, 9 agosto – Violenze e aggressioni continue nei confronti della ex fidanzata, arrivando perfino a tamponarla ripetutamente con l’automobile: arrestato dalla Polizia di Pescara per stalking un uomo che non riusciva ad accettare la fine della relazione con una donna, di origini straniere ma residente in Italia da circa 15 anni.

E’ stata la donna a raccontare agli agenti della squadra Mobile la terribile situazione che era costretta a vivere da tempo. Alcuni giorni fa la formalizzazione della denuncia: ai poliziotti ha raccontato della relazione con l’uomo, durata 3 anni, interrotta nel 2016. Lui non ha mai accettato la fine della storia ed ha iniziato a perseguitarla, seguendola nei suoi spostamenti e arrivando, in più occasioni, a danneggiarle anche la macchina.

Esasperata per l’atteggiamento aggressivo e violento dell’uomo, per tentare di ricondurlo alla ragione e poter vivere un’esistenza normale, all’inizio di quest’anno aveva riallacciato nuovamente la relazione sentimentale, per interromperla tuttavia dopo neppure quattro mesi.

A partire dallo scorso giugno, l’uomo aveva ricominciato ad ossessionarla, cercando ripetutamente di contattarla, anche via telefono e sui social, dove aveva creato falsi profili.

Ha ricominciato anche a seguirla nei suoi spostamenti, minacciando lei e i suoi amici. Seppur residente nell’entroterra pescarese,  si è trasferito a Francavilla, vicino alla casa della ex.

Lo scorso primo agosto uno degli episodi più eclatanti: la donna stava raggiungendo uno stabilimento balneare e lui, dopo averla seguita, l’ha tamponata più volte con l’automobile.

Ieri sera l’arresto, sul lungomare di Pescara. Gli agenti della mobile, diretti da Dante Cosentino, sono entrati in azione mentre l’uomo aggrediva verbalmente la ex, impedendole di chiudere lo sportello dell’auto e di ripartire.

Si trova ora ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%