Chieti
Stai leggendo
Rapina in villa a Lanciano, condannati a 65 anni di carcere i sette membri della gang

Rapina in villa a Lanciano, condannati a 65 anni di carcere i sette membri della gang


LANCIANO, 8 ottobre – Sessantacinque anni di carcere, in totale, per i 7 componenti della gang romena che il 23 settembre del 2018 si rese responsabile della cruenta rapina in casa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan, nel corso della quale alla signora venne anche mutilato il padiglione auricolare destro. Questo è quanto emerge dalla sentenza di condanna emessa pochi minuti fa dal gup del tribunale di Lanciano Giovanni Nappi.

La pena più dura, a 15 anni e 4 mesi, è per Alexandru Bogdan Colteanu. Condanne a 11 anni e 4 mesi per Marius Adrian Martin, a 10 anni per Aurel Ruset e Costantin Turlica, a 9 anni e 4 mesi per Ion Turlica e a 8 anni per Bogdan Ghiviziu. L’ultima condanna, per favoreggiamento, è a 10 mesi di reclusione per Gheroghe Jacota. I primi sei imputati erano accusati di concorso in rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di arma in relazione a una roncola di 12 centimetri con la quale venne mutilata la Bazzan.

Nel corso delle arringhe della difesa, oggi, i difensori di Colteanu avevano chiesto l’assoluzione ampia ritenendo che l’imputato avesse un alibi per la notte della rapina, avendo riferito che si trovava in un hotel di Lanciano. Una integrazione probatoria respinta dal giudice. Per tutti gli altri imputati il collegio difensivo aveva chiesto pene più eque per il reato di rapina e al contempo l’assoluzione per il sequestro di persona e le lesioni gravi. In pratica tutte le difese avevano respinto l’accusa di aver usato violenza nei confronti dei coniugi Martelli.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
100%