Chieti
Stai leggendo
Riciclaggio di oro, rivenditore abruzzese arrestato per ricettazione

Riciclaggio di oro, rivenditore abruzzese arrestato per ricettazione


PESCARA, 12 dicembre – Riciclavano e commerciavano abusivamente oro in Italia e in Europa: per questo la Guardia di finanza di Bologna ha eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare (7 in carcere e 3 agli arresti domiciliari). Uno degli arrestati è Maurizio Savarese, 54 anni, pescarese, legale rappresentante della Gold Service 2010.

Emessi anche quattro “mandati di arresto europei” in Romania e Turchia. In corso il sequestro preventivo per equivalente dei beni e delle disponibilità finanziarie degli indagati e delle società a loro riconducibili per un ammontare complessivo di 7,4 milioni di euro.

Smascherato un articolato sistema criminale i cui responsabili sono indagati per associazione a delinquere, riciclaggio di proventi illeciti e ricettazione con l’aggravante del reato transnazionale.

Secondo l’accusa Savarese tra il marzo e il luglio del 2016 avrebbe acquistato una consistente quantità di oro poi passata a una società, la Castoro. Si tratta di 200 chili di oro per un valore di sette miliobi di euro.

Sempre secondo quanto esposto nell’ordinanza di custodia cautelare “il fatturato del rapporto commerciale tra le parti risulta veramente irrisorio (3 %). Peraltro, ciò è avvenuto assolutamente “in nero”, in violazioni di tutte le
regole antiriciclaggio. fiscali e di Pubblica Sicurezza. Non è assolutamente pensabile, stante le rigide regole che caratterizzano la circolazione del mercato dell’oro, volto a garantirne la purezza e la provenienza, che un tale quantitativo movimentato in cosi breve tempo abbia origine lecita”.

Savarese è ora ai domiciliari.

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
17%
Euforico
0%
Ok
17%
Triste
0%
Arrabbiato
67%