Pescara
Stai leggendo
Ruba in un supermercato a Pescara, viene scoperta e dà in escandescenza: arrestata 45enne

Ruba in un supermercato a Pescara, viene scoperta e dà in escandescenza: arrestata 45enne

PESCARA, 9 gennaio – Aveva tentato di commettere un furto in un supermercato di via Tiburtina, a Pescara, ma vistasi scoperta da due dipendenti dell’esercizio commerciale, li ha aggrediti e ha tentato la fuga. Protagonista della vicenda una donna di 45 anni, che è stata bloccata e arrestata dalla polizia con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti si sono svolti nella serata ieri. Gli agenti della squadra volante, intervenuti in seguito ad una segnalazione giunta al 113, hanno subito identificato la donna, tossicodipendente, pregiudicata per reati contro il patrimonio e già sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Pescara.

La donna, poco prima, aveva nascosto all’interno della propria borsa diversi generi alimentari e prodotti per l’igiene personale, appena trafugati nel supermercato. Subito dopo aveva tentato di superare le casse pagando soltanto una bottiglietta di acqua, dopo aver occultato in borsa, ma era stata scoperta da due addetti del supermercato. Vistasi scoperta, li ha aggrediti, colpendoli con pugni al volto, minacciandoli di morte e paventando ritorsioni da parte di alcuni parenti pregiudicati qualora non l’avessero lasciata andare.

Per agevolare la fuga della donna, altre due persone, un uomo ed una donna, probabilmente stranieri, sopraggiunti con un’auto, si sono scagliati contro i dipendenti del supermercato, allontanandosi subito dopo.  All’arrivo della polizia, la donna ha sferrato calci e pugni anche agli agenti. E’ finita ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

 

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%