Teramo
Stai leggendo
Si spara un colpo alla testa a Teramo, studente ricoverato in fin di vita

Si spara un colpo alla testa a Teramo, studente ricoverato in fin di vita


TERAMO, 9 maggio – Una serata tra amici trasformata in tragedia quella che si è consumata ieri in un appartamento di via Tevere a Teramo, dove un diciottenne di Nereto si è sparato un colpo alla tempia con la pistola sottratta poco prima al padre. Il giovane è attualmente ricoverato al Mazzini di Teramo in gravi condizioni e nel corso della notte è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti il giovane, che ieri sera si trovava in un appartamento di Via Tevere a Teramo con altri coetanei, tutti studenti come lui, poco prima di mezzanotte sarebbe uscito dalla sua stanza con la pistola in mano, la stessa pistola sottratta nel pomeriggio di nascosto al padre, che la deteneva regolarmente nella sua abitazione di Nereto. Una bravata forse, probabilmente per impressionare gli amici.

Poi quel colpo, che gli ha trapassato il cranio. Un colpo partito forse accidentalmente, mentre il giovane agitava l’arma. Sull’esatta dinamica dell’incidente stanno indagando gli agenti della squadra mobile di Teramo, coordinati dal dirigente Roberta Cicchetti, che immediatamente intervenuti sul posto hanno raccolto il racconto dei ragazzi che si trovavano insieme al giovane e che hanno immediatamente chiamato i soccorsi.

A chiarire se si sia trattato di un tentativo di suicidio o di una bravata finita in tragedia lo chiariranno solo gli accertamenti della polizia scientifica, intervenuta immediatamente sul posto insieme ai soccorsi.

Accertamenti che dovranno anche confermare la corrispondenza tra il racconto fatto dagli amici del ragazzo e l’esatta dinamica di quanto accaduto.

All’arrivo del 118 il ragazzo era vigile e parlava.

Sul posto, ieri sera, poco dopo l’ambulanza, sono arrivati anche i genitori del ragazzo che dopo essersi accorti della sparizione dell’arma si erano insospettiti ed erano corsi a Teramo dove hanno fatto la tragica scoperta.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
14%
Ok
14%
Triste
57%
Arrabbiato
14%