Teramo
Stai leggendo
Terremoto, il comitato scuole sicure del Centro Italia scrive a Save The Children e al Garante

Terremoto, il comitato scuole sicure del Centro Italia scrive a Save The Children e al Garante


TERAMO, 6 febbraio – Le ultime scosse di terremoto, con molte scuole inagibili e la quasi totalità degli edifici agibili caratterizzati da un bassissimo indice di vulnerabilità sismica hanno riacceso i riflettori, per l’ennesima volta, sulla condizione della stragrande maggioranza dei plessi scolastici nelle aree terremotate.  Scuole ” a rischio” e dove i genitori hanno ormai paura a mandare i figli, con il comitato scuole sicure del Centro Italia, composto da genitori di studenti delle zone terremotate di Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo, che a fronte dei continui rimpalli di responsabilità  ha preso carta e penna scrivendo a Save the Children Italia, all’europarlamentare Laura Agea e al Garante per l’infanzia chiedendo attenzione ai problemi che riguardano gli edifici scolastici delle zone in questione.

“I nostri bambini sono costretti ad andare a scuola in strutture non sicure, non valutate nella vulnerabilità sismica. Sono completamente abbandonati al rimpallo di responsabilità e alla scusa, che mai può essere più importante dell’incolumità di giovani vite, della mancanza di soldi per intervenire – scrive il comitato – Non vogliamo delegare la vita dei nostri figli al pressapochismo”.

Da qui la richiesta di una reale attenzione alla questione delle scuole.

“I ragazzi devono stare in strutture davvero antisismiche,. Serve un controllo totale sulla realizzazione di edifici innovativi, ‘sulle gare d’appalto, sull’uso dei materiali, sulla micro zonazione sismica”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%