Teramo
Stai leggendo
Tortoreto, Alfano affronta il caso Cavatassi con il ministro degli esteri thailandese

Tortoreto, Alfano affronta il caso Cavatassi con il ministro degli esteri thailandese


TORTORETO, 9 febbraio – Il caso dell’imprenditore tortoretano  Denis Cavatassi, condannato a morte in Thailandia con l’accusa di essere il mandante dell’omicidio di un socio d’affari italiano nel 2011, è stato al centro questa mattina dell’incontro a Bankok tra il ministero degli esteri Angelino Alfano e il suo omologo thailandese Don Pramudwinai. A confermarlo fonti della Farnesina dopo che lo stesso Alfano aveva annunciato, parlando con l’Ansa, la volontà di affrontare la questione con il governo thailandese.

Negli ultimi giorni sono state numerose le iniziative promosse per tenere accesi i riflettori sulla sorte di Cavatassi, che  nel dicembre 2015 è stato condannato in primo grado alla pena di morte per l’omicidio del socio Luciano Butti. Omicidio per il quale sono stati condannati anche tre thailandesi, che sarebbero gli esecutori materiali del delitto.

L’omicidio si consumò a Phuket il 15 marzo 2011, con l’uomo freddato da quattro colpi d’arma da fuoco mentre era a bordo di uno scooter e  Cavatassi accusato di aver assoldato i sicari pagandoli circa 3.500 euro per tendere la trappola al socio. Da qui la condanna a morte, confermata anche a novembre 2016 nel processo di secondo grado.

Dato che dal 2009 in Thailandia vige una moratoria sulle esecuzioni capitali, è comunque probabile che la sentenza venga commutata d’ufficio in ergastolo.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%