Pescara
Stai leggendo
Truffa delle ‘case vacanza’, incassava caparre e spariva: nei guai una donna di Pescara

Truffa delle ‘case vacanza’, incassava caparre e spariva: nei guai una donna di Pescara


PESCARA, 5 agosto – Una caparra di 410 euro per l’affitto di una casa vacanze a Riccione, ma si trattava di annuncio-truffa, con lo stesso appartamento ‘fantasma’ promesso a più persone. Sono almeno sei nel Bolognese le famiglie che sono cadute nel tranello, escogitato da una donna di Pescara che aveva pubblicato un’inserzione su un portale di case in affitto per vacanza.

Nei mesi scorsi ha intascato la caparra, versata su una Postepay, da diverse persone per lo stesso appartamento. Con l’avvicinarsi dell’estate, dopo avere prospettato qualche problema di disponibilità della casa, è sparita, disattivando anche il numero cellulare che aveva indicato sul sito. Sei famiglie, in tutto 18 persone tutte residenti fra Castel Maggiore e Argelato, hanno presentato denuncia ai Carabinieri.

Le indagini hanno portato a una 42enne di Pescara, che è stata denunciata per truffa continuata.

Non è escluso che, oltre alle vittime bolognesi, altre persone possano essere cadute nell’imbroglio.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%