L'Aquila
Stai leggendo
Uomo scomparso a San Benedetto dei Marsi, il cadavere rinvenuto nel fiume Giovenco

Uomo scomparso a San Benedetto dei Marsi, il cadavere rinvenuto nel fiume Giovenco


AVEZZANO, 23 febbraio – Tragico epilogo per la scomparsa di Collinzio D’Orazio, il 51enne di San Benedetto dei Marsi di cui si erano perse le tracce il primo febbraio scorso. Il corpo dell’uomo è stato rinvenuto, privo dci vita, nelle acque del fiume Giovenco.

Il ritrovamento è stato effettuato dal Nucleo Carabinieri Subacquei di Pescara, unitamente ai militari della locale stazione, a pochi metri dal canale di irrigazione denominato Piccola Cinta. La salma di D’Orazio si trova all’obitorio di Avezzano a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Le ricerche dell’uomo si erano sviluppate in tutta la Piana del Fucino, dove i vigili del fuoco di Avezzano, coadiuvati da gruppi locali di volontari della Protezione Civile, avevano scandagliato campi, boschi e canali con l’impiego di droni, elicotteri, unità cinofile e reparti acquatici, oltre che con le squadre di terra.

I familiari si erano rivolti anche alla trasmissione ‘Chi l’ha visto’ e lunedì scorso il sindaco di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio, in un post su Facebook, aveva annunciato la prosecuzione delle ricerche. “La decisione – si leggeva nella nota – è stata presa nei giorni scorsi dopo la riunione tenutasi presso il palazzo della Prefettura a L’Aquila. Bisogna passare al setaccio il centro abitato del nostro paese. Non si può escludere che la persona scomparsa possa aver trovato rifugio all’interno di garage, magazzini, box auto e stalle”. Poi, oggi, la tragica scoperta.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
100%
Arrabbiato
0%