Automobili, Ford sale sul podio dei marchi più amati d’Italia. E la Kuga si libera dell’Ecotassa


PESCARA, 28 marzo – Il settore auto ha vissuto negli ultimi anni un andamento altalenante, sia a causa del naturale svolgimento del mercato, sia delle recenti normative antinquinamento, che hanno causato un necessario periodo di riadattamento da parte delle case produttrici. Ma, pur tra alti e bassi, anche in Italia questo mercato si dimostra abbastanza vivo. E tra le varie case automobilistiche che contribuiscono a movimentarlo, ce ne sono alcune che si stanno comportando meglio di altre. Come ad esempio la Ford.

Ford al terzo posto

Crescono le vendite delle auto nel primo bimestre del 2019, con percentuali a doppia cifra rispetto ai dati dell’anno precedente, sia grazie alle interessanti novità immesse sul mercato, sia per schivare l’Ecotassa sulle auto nuove che superano i limiti delle emissioni di CO2, in vigore dal 1° marzo. Una novità che condiziona un po’ tutte le case automobilistiche porta a risultati diversi: c’è chi accusa il colpo e chi invece riesce a migliorare la sua posizione, come nel caso della Ford, che è riuscita a passare al terzo posto nella classifica delle case automobilistiche più apprezzate. Come evidenziato dai dati quindi, sono in molti gli automobilisti che si sono recati presso i concessionari oppure hanno visitato portali online come automobile.it, ad esempio, per cercare vetture della Ford in vendita. Ma la casa automobilistica americana, ultimamente, si è distinta anche per un altro motivo, che riguarda proprio il nuovo tema dell’Ecotassa.

Niente Ecotassa per la Kuga

Questo tipo di tassa, operativa in Italia dal 1° marzo 2019 e valida per tutto il triennio, pesa su tutti gli autoveicoli di nuova costruzione e immatricolazione le cui emissioni di CO2 superino la soglia di 160g/km, compresi quelli esteri obbligatoriamente reimmatricolati in Italia in forza del Decreto Sicurezza (se i loro possessori sono residenti da più di due mesi). A fare da contraltare c’è l’Ecobonus, che rappresenta una sorta di premio (quantificato nei termini di uno sconto sul prezzo di listino) per chi invece sceglie un’auto con emissioni al di sotto dei 70g/km di CO2. A piazzarsi abilmente fra le due fasce c’è la Ford Kuga, per la quale non sarà previsto che si paghi nessuna tassa aggiuntiva. Questo perché la Ford ha prestato molta attenzione a questo problema, ed è riuscita a fare rientrare nei limiti dei 160g/km tutte le nuove versioni della sua vettura, dalla 1.4 Ecobost, al 2.0 TDCi, dove le emissioni partono dai 137g/km fino al limite imposto. In sostanza, la politica della Ford, sia pure in un frangente poco favorevole, ha dimostrato come tecnologia all’avanguardia la sensibilità nei confronti degli automobilisti siano sempre una formula vincente.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%