Pescara
Stai leggendo
Bcc di Castiglione Messer Raimondo e Pianella, approvato il bilancio 2017

Bcc di Castiglione Messer Raimondo e Pianella, approvato il bilancio 2017


CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO, 28 maggio – È stato approvato nel corso di una partecipata assemblea dei soci, il bilancio di esercizio 2017 della BCC di Castiglione Messer Raimondo e Pianella. Gran parte dei 5043 soci si sono ritrovati nella sala polifunzionale di località Piano San Donato di Castiglione Messer Raimondo approvando all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno, in particolare il bilancio dell’istituto di credito che, in continuità con il passato, contiene numeri positivi e in crescita.

Una banca che assicura, con la sola gestione ordinaria, una buona redditività e che, nonostante la crisi del territorio in cui opera, esprime degli indicatori di rischio pari alla metà di quelli del sistema. Una BCC che, con i suoi 62 anni di storia, ha saputo, attraverso scelte lungimiranti e concrete, diventare la prima Banca di Credito Cooperativo d’Abruzzo sia per la raccolta diretta, superiore a 600 milioni di euro, che per gli impieghi, pari a circa 500 milioni, operando in 62 comuni (37 in provincia di Teramo, 21 in provincia di Pescara, uno in provincia di Chieti e tre in provincia di Ascoli Piceno) con 144 dipendenti.

Nel corso dell’assemblea il Presidente Alfredo Savini (Presidente anche della Fedam e membro del consiglio nazionale di Federcasse) e il direttore generale Simone Di Giampaolo hanno illustrato nel dettaglio il bilancio dell’istituto di credito nel quale si registra una crescita del patrimonio netto, che ha superato la quota di 67 milioni di euro, con 2.597 mila euro in più rispetto all’esercizio precedente, che risulta adeguato e copre i requisiti minimi prudenziali previsti dalla normativa di vigilanza con una eccedenza pari al 55,33%, con un patrimonio libero di 30 milioni. Il conto economico dell’esercizio 2017 si chiude con un utile netto di oltre 2,2 milioni, con un aumento di 105 mila euro rispetto all’anno precedente.

E’ stato confermato l’ottimo stato di salute dell’istituto anche sulla base di altri indicatori. Al 31 dicembre 2017 la redditività netta, individuata dal ROE (Return on Equity) si attesta al 3,37%; i crediti deteriorati rappresentano il 14,20% dei crediti lordi verso la clientela, mentre l’anno precedente gli stessi rappresentavano il 18,42% degli impieghi; inoltre si attesta al 3,29% il rapporto tra sofferenze nette e gli impieghi, ben al di sotto delle medie regionali e in calo rispetto al 2016, quando era al 4,35%. La raccolta diretta totale ammonta a quasi 814 milioni di euro. Alla raccolta diretta (da clientela e da banche) si aggiunge quella indiretta, in risparmio gestito e amministrato, di 78.409 mila euro, per cui la raccolta complessiva della BCC, ammonta a 892.220 mila euro. Gli impieghi netti con la clientela ammontano a circa 500 milioni di euro, registrando un aumento rispetto all’esercizio precedente del 3%.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%