Regione
Stai leggendo
Case costruttrici di camion fecero ‘cartello’, class action anche dall’Abruzzo

Case costruttrici di camion fecero ‘cartello’, class action anche dall’Abruzzo


PESCARA, 15 novembre – Confartigianato Trasporti Abruzzo a disposizione degli autotrasportatori abruzzesi per guidarli e supportarli nelle procedure relative alla class action contro il ‘cartello delle case costruttrici di camion’, cioè il gruppo di aziende composto da Volvo, Renault, Mercedes, Iveco, Man e Daf, sanzionate dalla Commissione Europea con una multa record da circa 3 miliardi di euro. L’associazione regionale sottolinea la necessità di presentare una ‘Manifestazione d’interesse’, il cui modulo è reperibile in tutti gli sportelli territoriali di Confartigianato.

Rilanciando l’iniziativa promossa dalla Confederazione nazionale, il presidente di Confartigianato Trasporti Abruzzo, Gabriele Sillari, parla infatti di “prime iniziative di tutela delle imprese di autotrasporto che tra il 1997 ed il 2011 hanno acquistato, noleggiato o preso in leasing un veicolo commerciale medio o pesante da una della case costruttrici in questione, nell’area dello Spazio Economico Europeo. Il procedimento per far sì che le imprese recuperino i danni provocati dal ‘cartello’ non è così semplice come alcuni affermano facendo credere agli autotrasportatori che l’azione giudiziaria sia perseguibile in maniera semplice ed automatica”.

E’ necessario far pervenire a Confartigianato Trasporti Nazionale una ‘Manifestazione d’interesse’, con l’obiettivo di avere un quadro preciso delle richieste. I moduli sono disponibili negli sportelli territoriali di Confartigianato Trasporti: all’Aquila, a Pescara, a Chieti e ad Avezzano. Possono presentare richiesta sia gli associati a Confartigianato sia i non associati, perché un’azione collettiva di tale portate è considerata d’interesse generale.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%