Pescara
Stai leggendo
Dalla Croce Rossa medaglia d’oro all’XI Reparto volo della Polizia, Gabrielli e Rocca a Pescara

Dalla Croce Rossa medaglia d’oro all’XI Reparto volo della Polizia, Gabrielli e Rocca a Pescara


PESCARA, 10 maggio – Il Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli, e il presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, a Pescara per la consegna della Medaglia d’Oro al Merito all’XI Reparto Volo della Polizia da parte della Cri.

La cerimonia si è svolta nell’hangar del Reparto volo. Hanno partecipato, oltre a Gabrielli e Rocca,  il questore ed il Prefetto di Pescara, Francesco Guglielmo Misiti e Francesco Provolo, il comandante dell’XI Reparto volo, Ettore Rossi, primo dirigente della Polizia di Stato, il vicecomandante, vice questore aggiunto Giuseppe Briganti, il presidente regionale della Croce Rossa, Gabriele Perfetti, e quello del Comitato di Pescara Fabio Nieddu, insieme a rappresentanti dei diversi Comitati abruzzesi della Cri. Presenti anche il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, e il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini.

La Medaglia d’Oro è stata conferita con la seguente motivazione:

“per la viva riconoscenza e tangibile apprezzamento per la preziosa opera prestata a sostegno dell’attività umanitaria della Croce Rossa Italiana, contribuendo con esperienza alle operazioni di ricerca e soccorso, protezione civile ed addestramento dimostrando professionalità ed alta coscienza civile e morale, in piena adesione agli ideali e ai principi dell’associazione”.

Successivamente a Montesilvano, al parco Adriatico, il Capo della Polizia ha deposto una corona in memoria di tre agenti dell’XI Reparto Volo morti in un incidente aereo avvenuto a maggio del 2005.

L’Abruzzo, ha detto Gabrielli, “è una Regione nella quale ho passato alcuni mesi importanti a livello personale e professionale e quindi torno sempre volentieri anche perché per fortuna ho molti amici qui in Abruzzo: persone che mi apprezzano, e per questo, se così si può dire, torno sempre a casa e sempre molto volentieri”.

Ampio spazio al tema dei migranti:

“Non possiamo accogliere tutti – ha affermato Gabrielli a margine della cerimonia – ma per tutti quelli che accogliamo dobbiamo immaginare e intraprendere politiche di integrazione perché se così non sarà le condizioni che oggi in altri Paesi europei hanno favorito attività terroristiche si riproporranno anche nel nostro Paese. Il vero nodo dell’immigrazione nel nostro Paese è il tema dell’integrazione. Credo che l’Italia abbia fatto e stia facendo molto. Qualcuno sta facendo meno. Se tutti facessimo di più forse avremmo la capacità di essere più efficienti nel rendere meno complicata la vita a queste persone e, al tempo stesso, di far sì che l’accoglienza non sia indiscriminata. L’accoglienza ha il limite dell’integrazione”.

 

“La capacità di miglioramento – ha detto, invece, il presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca – passa attraverso quella risposta che fino ad oggi non è mai arrivata dalle istituzioni europee. Questa è la mancanza vera che sta mettendo in difficoltà tutto il Paese e quindi anche chi, come noi, gli operatori umanitari, fa il proprio dovere tutti i giorni sui moli, cercando di dare dignità alle persone. Noi non facciamo politica, non entriamo in questo dibattito perché siamo nati ‘tutti fratelli’. Noi continuiamo con questo spirito: a noi interessa la dignità della persona, non chiediamo chi è o da dove viene. Non ci tiri nessuno per la giacchetta, perché per noi l’importante è l’essere umano”.

whatsapp-image-2017-05-10-at-09-58-27

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%