Regione
Stai leggendo
Emergenza maltempo in Abruzzo, istituita commissione d’inchiesta in Consiglio regionale

Emergenza maltempo in Abruzzo, istituita commissione d’inchiesta in Consiglio regionale


PESCARA, 21 febbraio – Una commissione d’inchiesta per fare luce sulle eventuali carenze, negligenze e responsabilità legate alla gestione dell’emergenza neve in Abruzzo. Il nuovo organismo, che sarà presieduto da un consigliere indicato dall’opposizione e che funzionerà con le stesse modalità delle Commissioni permanenti, è stato istituito oggi pomeriggio durante la seduta del Consiglio regionale in corso di svolgimento a Pescara.

La richiesta era stata avanzata dal Movimento 5 Stelle, con Sara Marcozzi prima firmataria e con il sostegno dei consiglieri di Forza Italia Mauro Febbo, Emilio Iampieri e Lorenzo Sospiri. La stessa Marcozzi esprime soddisfazione per l’accoglimento della proposta:

“Gli abruzzesi ci chiedono di fare chiarezza su quanto accaduto a gennaio e ci chiedono maggiore sicurezza per il futuro. La risposta a queste domande passa dallo stanziamento di maggiori fondi per la prevenzione dei disastri e anche per l’istituzione di una commissione di inchiesta. E’ sicuramente un buon risultato quello che il consiglio regionale ha raggiunto grazie al M5s. La nostra Regione ha il diritto di sapere la verità, e di sapere di poter contare su una Regione che ha fatto i passi adeguati per tentare di ridurre al minimo i rischi per il futuro”.

La commissione avrà il compito di svolgere le indagini per verificare quali meccanismi di prevenzione e di allerta in materia di rischio idrogeologico ed atmosferico, di rischio valanghe e di rischio sismico, siano stati elaborati e preposti dalla Regione Abruzzo e dagli Enti coinvolti. L’obiettivo è sviscerare le cause dell’interruzione della fornitura di energia elettrica, le disfunzioni della macchina dei soccorsi e approfondire il tema della sicurezza sismica.

Azioni dunque mirate a fare chiarezza sulle responsabilità e sulle iniziative da intraprendere per risanare le ferite e, soprattutto, per scongiurare un nuovo stato di emergenza in Abruzzo. Nello svolgimento dell’inchiesta, la Commissione potrà richiedere agli Uffici della Regione, nonché agli Enti ed Istituti da essa dipendenti e alle società partecipate dalla Regione, tutte le informazioni utili all’espletamento dell’inchiesta, senza che ad essa sia opponibile il segreto d’ufficio, e potrà altresì convocare persone che possano fornire informazioni utili al completamento dell’inchiesta.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%