Teramo
Stai leggendo
Giulianova, testa a testa al cardiopalma: Jwan Costantini sindaco per un pugno di voti

Giulianova, testa a testa al cardiopalma: Jwan Costantini sindaco per un pugno di voti


GIULIANOVA, 10 giugno – I dati parlano di 59 voti di scarto. E’ stato un vero e proprio testa a testa quello che ha portato Jwan Costantini, leader di un polo civico, a diventare il nuovo sindaco di Giulianova.

Rispettate, ma non nelle proporzioni, le previsioni della vigilia. Sconfitto Pietro Tribuiani, candidato della Lega appoggiato dallo schieramento ufficiale di centrodestra, che nonostante l’ampio sostegno dei partiti non è riuscito, alla fine, a conquistare la fiducia della città. 4678 voti per Costantini, 4619 per Tribuiani il dato assoluto definitivo, rispetto ai 4050 del primo turno per Costantini e i 3.783 per Tribuiani. 50,32 la percentuale per il Sindavo del polo civico contro il 49,68 del candidato ufficiale di centrodestra.

Per Tribuiani, nella prima fase della campagna elettorale, era arrivato in città anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Bassissima l’affluenza al voto, il 45,72%, contro il 63,47% del primo turno.

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%