L'Aquila
Stai leggendo
Inchiesta Earthquake: spunta nuovo indagato, arresti revocati per D’Angelo

Inchiesta Earthquake: spunta nuovo indagato, arresti revocati per D’Angelo


PESCARA, 17 ottobre – Spunta un altro indagato nell’ambito dell’inchiesta Earthquake, sulla gestione della ricostruzione seguita al terremoto del 2009 a L’Aquila. Si tratterebbe di una figura che entra nell’indagine con una nuova ipotesi di reato, in riferimento al capitolo che riguarda l’esecuzione dei lavori di ricostruzione della scuola elementare e materna “V. Clemente” di Bugnara.

Al momento non si conosce l’identità del nuovo indagato, che va ad aggiungersi agli altri undici, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, concussione, turbativa d’asta, falso in atto pubblico e induzione indebita a dare o promettere.

Nel frattempo il numero delle persone sottoposte agli arresti domiciliari è sceso da sette a sei, dopo  che il gip Gianluca Sarandrea ha disposto la decadenza degli arresti domiciliari per Antonio D’Angelo, il responsabile unico del procedimento della gara per la progettazione esecutiva e per l’esecuzione dei lavori di ricostruzione della scuola di Bugnara.

D’Angelo, infatti, ha presentato un certificato medico attraverso il quale si dimostrerebbe che nel giorno dell’incontro con uno degli accusatori sarebbe stato in un altro luogo. Gli inquirenti stanno compiendo le necessarie verifiche e il dirigente resta comunque indagato.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%