Investimenti a rischio minimo, ancora in trend positivo il conto deposito


PESCARA, 17 settembre – Quali sono i modi migliori per investire senza rischi? Tra tutte questa è, senza dubbio, una delle domande più gettonate in assoluto ed è per questo che dare una risposta utile e chiara risulta essere molto importante per tutti quei risparmiatori che cercano la loro strada e dei consigli utili e validi.

Chi desidera risparmiare delle somme di denaro, molto spesso sceglie un conto corrente anche se, a dire il vero, molti italiani preferiscono il conto deposito. Prima di capire quale tra le due è la soluzione migliore, è utile andare ad analizzare i dati a nostra disposizione.

Stando a quanto dichiarato dall’Osservatorio Confronta Conti, sono tanti gli italiani che per mettere a riparo i propri risparmi preferiscono aprire un conto deposito. A tal proposito, si deve sottolineare anche che un terzo di quelli aperti nel nostro paese vedono dei depositi superiori ai 50 mila euro. Cosa significa? Gli italiani risparmiano e vogliono mettere al riparo queste somme, scegliendo delle soluzioni che non permettono di avere degli interessi altissimi ma che sono a basso rischio.

A questo punto, è utile andare ad analizzare le differenze tra conto corrente e conto deposito, così da capire quale sia la soluzione migliore per i propri risparmi. Partendo da quest’ultimo si devono innanzitutto sottolineare le affinità con il conto corrente, andando però a indicare che le finalità sono differenti. Si tratta, infatti, di un conto corrente che, però, non ha tutte le funzionalità dello stesso e il cui obiettivo è quello di andare a creare degli interessi, seppure abbastanza contenuti. Tuttavia, sebbene gli interessi non siano altissimi, i rischi connessi sono molto pochi ed è per questo che gli italiani preferiscono conservare i propri risparmi su questa tipologia di conti.

Esistono, però, delle soluzioni che sono ugualmente a basso rischio e che, alla fine dei conti, riescono a garantire degli interessi migliori rispetto a quelli che si hanno con un conto deposito.

C’è, ad esempio, quello che viene chiamato risparmio gestito. Di cosa si tratta? Si sceglie di andare a investire in strumenti di risparmio differenti da quelli sopra elencati. Stiamo parlando di fondi immobiliari, fondi comuni di investimento, hedge funds e così via. Attenzione, però, perché in questo caso ci sono dei costi di gestione che devono essere presi in considerazione e, pertanto, è utile non muoversi alla cieca.

Per capire quali sono e, soprattutto, quali scegliere in base al proprio profilo e alle proprie esigenze, si deve fare ricorso ai consigli degli esperti. In questo modo, infatti, sarà possibile indirizzarsi verso la migliore soluzione cercando di rischiare il meno possibile.

A tal proposito, quindi, si devono visitare dei portali specializzati come, ad esempio, www.investire24.it che si differenzia dagli altri per la presenza di esperti del settore in grado di dare i migliori consigli possibili in tema di risparmio e investimenti. Un valido suggerimento, ad esempio, è quello di interessarsi di azioni e titoli di Stato. Va da sé che in questi specifici casi è d’obbligo la presenza di esperti in grado di consigliare il meglio, perché ci si muove in un settore molto particolare che però, se approcciato nel modo giusto, può dare dei risultati molto importanti anche a livello di interessi. In questo caso, quindi, si accede a degli investimenti più redditizi che, però, possono essere anche più rischiosi e necessitano dell’aiuto di chi se ne intende.

Come si nota, i modi e le soluzioni per risparmiare e investire sono tante e ce ne sono di specifiche per ogni situazione e per ogni profilo. Ciò che conta è trovare quella giusta per le proprie esigenze.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
50%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
50%