Pescara
Stai leggendo
Pescara, torna l’opera lirica: nell’arena di Estatica la Tosca di Puccini con l’orchestra Duchi d’Acquaviva

Pescara, torna l’opera lirica: nell’arena di Estatica la Tosca di Puccini con l’orchestra Duchi d’Acquaviva


PESCARA, 5 agosto – A Pescara torna l’opera lirica. Stasera, alle 21.00, nell’arena di Estatica, la serata L’Opera al Marina, ovvero la Tosca di Puccini con l’orchestra sinfonica Duchi d’Acquaviva. Ingresso 20, 15 o 10 euro (platea e gradinate numerate, gradinate non numerate, under 14). Il concerto chiude il tour che ha visto la stessa formazione esibirsi ad Atri, Tortoreto e Vasto, dalla fine di luglio. La direzione è affidata a Nataliya Gonchak, regia di Federica Zagatti Wolf-Ferrari.

Questi i personaggi e gli interpreti coinvolti in una delle più famose storie senza tempo, d’amore e di morte:
Maria Tomassi, nel ruolo di Tosca; Javier Tomé interpreta Mario Cavaradossi; Andrea Zaupa è Scarpia; Emanuele Pedrini è il Sagrestano/Sciarrone; FrancescoMilanese interpreta Cesare Angelotti/Carceriere; Alessio Zanetti è Spoletta; Giorgia Ballatori è il pastorello. Il maestro collaboratore di palcoscenico è Marco Paladin, le scene sono di Martina Sosio, mentre le luci sono a cura di Sebastiano Bonicelli.

L’ opera – in tre atti, su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa – è ambientata nella Roma del 1800, quando lo Stato Pontificio cattura i rappresentanti e i sostenitori della Repubblica. In questo contesto, il pittore Mario Cavaradossi e la sua amante, Tosca, incrociano Cesare Angelotti, patriota fuggito dalle carceri del Papa. Sulle tracce del fuggiasco c’è il capo della polizia pontificia, barone Scampia, anch’egli innamorato di Tosca. Approfitterà della situazione per conquistare la donna. Così l’opera finirà in tragedia: muore il fuggiasco, muore il barone per mano di Tosca, muore il pittore e anche Tosca stessa, infine, si suicida.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%