Teramo
Stai leggendo
Silvi, ancora premi per il cortometraggio ’50 e 50′ dell’abruzzese Davide Lupinetti

Silvi, ancora premi per il cortometraggio ’50 e 50′ dell’abruzzese Davide Lupinetti


SILVI, 10 ottobre – Dopo gli importanti riconoscimenti già ottenuti (Miglior cortoe miglior attrice non protagonistaalla giovanissima Alessandra Riccioa “I corti dei fabbri” di Trieste e Miglior regiaal Teramo Comix 2018) il cortometraggio 50 e 50, del giovane regista di Silvi Davide Lupinetticontinua a riscuotere successi e a conquistare premi in vari concorsi italiani e esteri.

Alla terza edizione de ‘Il Corto in Spiaggia’, rassegna che si svolge a Arma di Taggia (Imperia), il lavoro ha ottenuto il premio per la Migliore Sceneggiaturacurata da Pietro Albino Di Pasqualee dallo stesso Lupinetti. Alla prima edizione del Festival “In…Corto” di Barcellona Pozzo di Gotto, (Messina), inoltre, al regista Lupinettiè stato assegnato il premio speciale per “l’equilibrio raggiunto nell’arte filmica tra ironia, attualità e impegno artistico”. Tra gli altri riconoscimenti, il lavoro si è classificato al secondo posto al Festival del Cinema Poverodi Varese ed è risultato finalista in molti concorsi italiani ed esteri come: il Picentia Short Film Festivaldi Salerno, il Marenia Audiovisual Festivaldi Pisa, il Mediterranean Film Festivaldi Siracusa, il Festival del Cinema di Taurasiad Avellino; il Corto Weekend di Milano; il “Newark IFF Youth Festival”che si svolge in New Jersey (USA); il Rolda Web Festin Colombia; il Cinemaway/Кіномаршрутdi Lviv, in Ucraina. Il lavoro è una produzione NuovoImaie, con il supporto di Itaca – Agenzia per lo Sviluppo Locale, di Officina Azzurrae con CL Assistenza Tecnica.

Il cortometraggio punta a far riflettere sulla problematica del precariato nella scuola ed è infatti dedicato ai 700mila docenti precari della scuola italiana. Il lavoro ha per protagonista Gennaro (Danil Aceto) un giovane professore di arte, talentuoso, ma disoccupato. Su consiglio di una collega, si convince a guadagnare qualcosa provando a impartire ripetizioni di arte ai bambini. Così un giorno riceve la visita della piccola Giovanna, (Alessandra Riccio) che, proponendogli una collaborazione particolare, riuscirà a cambiare la sua vita ottenendo anch’essa un piccolo vantaggio. Oltre ad Aceto, Riccio e Di Pasquale fanno parte del cast Aniello Senatoree Eugenia Rofi. Le musiche originali sono dell’atriano Gianluigi Antonelli.

Oltre ai riconoscimenti avuti il corto è anche in nomination in tre festival in programma nei prossimi mesi: al Corto Dino De Laurentiisdi Torre Annunziata, in provincia di Napoli; al Foggia Film Festival di Foggia dove il corto sarà proiettato il 20 novembre. In questo festival oltre a essere presenti molti attori noti come Elena Sofia Riccie Sergio Castellittosaranno presenti le telecamere di Rai Cultura e Rai Scuola per effettuare un reportage destinato successivamente a essere trasmesso in tv. 50 e 50è in nomination anche per il Los Angeles CineFestdi Los Angeles che si terrà a gennaio 2019.

“Le aspettative che avevo per questo lavoro – commenta il 23enne regista Lupinetti– erano certamente alte, per via del grande impegno che tutti abbiamo messo in questo progetto, dai tecnici, agli attori passando per tutte le professionalità coinvolte, ma i risultati sono davvero superiori alle aspettative e ne sono lusingato e fiero. Tanti i riconoscimenti arrivati dai festival italiani e anche esteri mi riempiono di orgoglio, anche perché il lavoro ha avuto un taglio internazionale, non solo perché hanno fatto parte delle troupe due ragazzi provenienti dalla San Francisco State University, ma perché da subito è stato sottotitolato in Inglese. L’obiettivo era quello di parlare a tutti, in maniera semplice, della necessità della precarietà lavorativa con un linguaggio divertente e ironico. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in questo progetto, in particolare mio padre Massimo e quanti hanno scelto di sostenerlo. Ogni premio o riconoscimento è merito del grande lavoro di squadra che c’è stato e desidero condividere con tutti loro le soddisfazioni che sto ottenendo”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%