Chieti
Stai leggendo
Svuotavano le cassette delle offerte nel Santuario di San Michele a Liscia, denunciati

Svuotavano le cassette delle offerte nel Santuario di San Michele a Liscia, denunciati


LISCIA, 18 giugno – I primi soldi li hanno presi con il metodo tradizionale del filo e della colla, ma quando gli amministratori del santuario di San Michele di Liscia hanno attuato piccole cautele antifurto, sono dovuti ricorrere a tronchesi e strumenti da scasso per svuotare la cassetta delle offerte. Quattro persone di Gissi sono state denunciate per furto dai Carabinieri di San Buono.

Si tratta di A.E. 28enne originario di Napoli ma da tempo residente a Gissi, G.S. 41 anni, G.M.26 anni, A.D.N. 32 anni, tutti di Gissi.

I militari di San Buono già tenevano sotto controllo i quattro, poi, con il prezioso aiuto della parrocchia e dei Comuni interessati, hanno attivato un sistema di controllo di tutte le telecamere di videosorveglianza dei paesi, riuscendo a ricostruire fatti e movimenti.

Tanti gli elelemnti messi insieme, dagli spostamenti all’abbigliamento e, in qualche caso, ai caratteri somatici. I quattro, delle telecamere, non si sono curati un granché, ma anche attraverso la videosorveglianza i Carabinieri sono riusciti a venire a capo di almeno sei diversi episodi di furto.

ggi all’alba nel corso di una perquisizione sono stati rinvenuti nelle abitazioni dei quattro capi di vestiario compatibili con quelli verificati nei controlli e anche residui di sostanze stupefacenti.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%