Teramo
Stai leggendo
Teramo, una magìa di Caidi regala al Teramo il pari in casa della capolista

Teramo, una magìa di Caidi regala al Teramo il pari in casa della capolista


TERAMO, 8 ottobre – Ha lavorato e sofferto il Teramo, per battere la capolista. E quando ormai anche la speranza sembrava messa da parte una magìa di Caidi consente ai biancororssi di conquistare il pareggio.

Nessun  timore reverenziale: contro la capolista Bassano il Teramo parte con il piede premuto sull’acceleratore. Non si prende tempo per studiare gli avversari e va subito all’attacco.

E’ Varas il primo a prendere l’iniziativa lavorando sulla fascia sinistra, aggiusta un traversone e trova la testa di Graziano che spara alto.

Traversone in mezzo colpo di testa di Graziano, alto.

A destra lavora Ventola: al 17′ lascia al palo due avversari e cede palla a Barbuti che conclude. Grandi ci mette tutto il suo impegno pèer trattenere.

E’ un treno in corsa il Teramo, che in una decina di minuti riesce a ottenere tre calci d’angolo: ma vuoi per la bravura del portiere del Bassano, vuoi per gli errori, non riesce a finalizzare.

Mette in campo tutte le sue energie la squadra biancorossa ma è costretta a subire la crescita del Bassano che poco dopo la metà della prima frazione di gioco prende in mano le redini dell’incontro.

In cinque minuti tre occasioni per il Bassano, prima con una punizione calciata da Minesso che Calore miracolosamente sventa in calcio d’angolo. Al 24′ nuovo miracolo, questa volta è speranza a spazzare via un pallone destinato a Diop proprio a pochissima distanza dalla porta. Al 26′ tocca a Salvi, sempre per il Bassano, ma il tiro è troppo alto.

Al 37′ Minesso sbaglia ancora e il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Al rientro in  campo Asta cambia:dentro Altobelli fuori Ventola. Sales passa a destra, Altobelli a sinistra. Si riparte con determinazione: al 50′ biancorossi di nuovo pericolosi con Soumaré che conclude troppo centralmente. Dopo sette minuti un errore colossale del Teramo: ancora Soumaré che questa volta sceglie di servire Barbuti, solo davanti al portiere sbaglia clamorosamente.

Asta decide ancora di cambiare e al 62′ dentro Pierantonio e fuori Sales; in attacco Soumarè lascia il posto a Foggia.

Basta poco e Foggia prova anche lui a muovere il risultato, ma non c’è da fare.

Al 73′ la capolista va in vantaggio: Laurenti lancia Fabbro che a fil di fuori gioco insacca nella porta biancorossa.

Nel Bassano entra Proia per Minesso, si rafforza la difesa. Nel finale le due squadre rallentano, Foggia prova di nuovo ad andare a rete, ma è uin tentativo vano.

Stanchezza nei quattro minuti di recupero, il Teramo vede le sue speranze affievolirsi con il passare del tempo. Uno stop per crampi di un giocatore del Bassano fa dilatare ulteriormente il secondo tempo.

Ed è una fortuna per il Teramo: Caidi vola come un falco su una punizione e a sorpresa infila in rete. Finisce 1-1. Pareggio meritatissimo per i biancorossi.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%